Formula 1, la Manor ha superato il crash test!

formula-1-manor-passa-crash-test

Dopo che è stata ufficializzata la presenza della Manor in Australia, la scuderia che nasce dalle ceneri della Marussia, ha dovuto sostenere in tutta fretta i crash test all’anteriore, imposti dalla FIA, prima della partenza, prevista per oggi, alla volta di Melbourne. La Manor si è trasformata sempre più nella Cenerentola di questa Formula 1: dopo aver ottenuto l’omologazione della Federazione Internazionale, la MR03 si è imbarcata in direzione dell’Australia con gli aggiornamenti delle nuove regole, in chiave 2015. Uno degli elementi che crea maggiore apprensione negli uomini di Diddington riguarda la soglia del 107% da superare nelle qualifiche, che potrebbe costringere il team inglese a vedere la corsa dai box.

«Il muso è differente e anche il telaio ha subito delle modifiche, aggiungendo dei pannelli in zylon per motivi di sicurezza – ha sottolineato il direttore sportivo Graeme Lowdon ai colleghi di Autosport – Credo che potremmo usare la nuova monoposto dopo le prime quattro gare, ma tutto dipenderà da come andranno. Dobbiamo solo prendere la decisione al momento giusto. In questo ultimo periodo, sono cambiate molte cose: la priorità era arrivare a Melbourne e ora che ci siamo riusciti avremo tempo per decidere quando portare la monoposto 2015».

Con John Booth, confermato a capo della scuderia, e Will Stevens ingaggiato come primo pilota visto che il nome del suo compagno di squadra non è stato ancora ufficializzato, Nicolas Perrin è stato nominato come responsabile degli ingegneri di pista.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio