DichiarazioniGran Premio Monaco

Formula 1 | Gp Monaco, Kimi Raikkonen: “Non è una gran giornata per noi”

Il pilota finlandese della Ferrari Kimi Raikkonen ha ottenuto una deludente sesta posizione nelle qualifiche del Gran Premio di Monaco, però a causa di una penalizzazione per aver sostituito il cambio, partirà in undicesima posizione. A complicare il bilancio di queste complicate qualifiche in casa Ferrari, ci ha pensato tale penalizzazione di cinque posizioni sulla griglia di partenza, avvenuta dopo la sostituzione del cambio effettuata proprio prima delle qualifiche.

In un tracciato complicato come questo del Gran Premio di Monaco, in cui è a dir poco fondamentale partire davanti, il ferrarista Kimi Raikkonen si troverà a dover scattare dalla sesta fila. Il pilota finlandese ha rilasciato un commento abbastanza avvilito durante le interviste: “Ovviamente non aiuta il fatto di qualificarsi in sesta posizione, anche perchè ci sarà la penalità. Non è una gran giornata per noi ma succede, purtroppo ho avuto un piccolo problema stamattina e abbiamo dovuto sostituire il cambio o alcune parti di esso, cercheremo di sfruttare al meglio la situazione domani e vedremo dove arriveremo”.

Per la gara di domani, Kimi Raikkonen invoca un po’ di quella fortuna mancata quest’oggi, infatti ha affermato: “Domani potremo soltanto fare del nostro meglio, sperando di prendere decisioni giuste se ci saranno delle Safety Car o delle Virtual Safety Car. Succedono sempre tante cose in questa gara, speriamo di poter avere un po’ di fortuna prendendo le giuste decisioni quando conta, quello sarà il modo più semplice per recuperare posizioni,ma non si può prevedere cosa accadrà domani”.

Infine, ha concluso commentando il fatto di dover disputare le qualifiche già sapendo di andare incontro a una penalizzazione, affermando: “Ovviamente ti infastidisce, mi avrebbe aiutato magari arrivare un po’ più in alto, ma è andata così. Domani partiremo ancora più indietro, ma faremo il nostro meglio e speriamo di poter guadagnare delle posizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button