2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Germania

Formula 1 | GP Germania 2018, Fernando Alonso: “È stata una gara difficile”

Il pilota spagnolo è stato richiamato ai box a soli due giri dalla fine, dopo una gara del tutto in salita, complice anche una strategia che non ha premiato il team di Woking

Topics

Quella di Hockenheim è stata una gara tutta in salita per la McLaren: prima i problemi per Stoffel Vandoorne, poi a fine competizione quelli di Fernando Alonso.

Dopo una buona partenza, lo stesso pilota ha ammesso che la gara odierna è stata particolarmente difficile per il team, soprattutto per via della pioggia e delle dubbie condizioni meteo che hanno caratterizzato la tappa tedesca e hanno rimescolato le carte in tavola, confondendo le diverse strategie presupposte dalla scuderia.

“È stata una gara difficile. Speravamo nella pioggia e alle prime gocce abbiamo montato gli pneumatici intermedi, sperando che piovesse più forte nei minuti successivi, ma non è stato così. Quindi stavamo correndo su una pista asciutta con gomme da bagnato e le abbiamo distrutte: quindi ci siamo dovuti fermare di nuovo per tornare alla mescola da asciutto”.

Silenziosamente poi, a fine gara, lo spagnolo è stato avvertito dagli uomini del muretto che qualcosa non andava e che la macchina doveva inevitabilmente essere riportata ai box.

Tuttavia, la performance di Alonso e della McLaren era già stata influenzata e compromessa dalle soste obbligate dei giri precedenti, portando il team a dover inventare qualcosa di nuovo per poter recuperare le posizioni perse e riuscire a concludere in una buona posizione.

“[…] dovevamo provare qualcosa di nuovo. Sfortunatamente, la nostra scommessa con la pioggia si è rivelata un errore. Alla fine della gara, la squadra mi ha detto che dovevamo ritirare la macchina, probabilmente avranno visto qualcosa che non andava dalla telemetria”.

Una strategia sbagliata che, quindi, non ha lasciato scampo ad Alonso e alla sua squadra: tuttavia, nonostante il ritiro a due giri dalla fine, il pilota spagnolo è pronto ad affrontare il Gran Premio di Ungheria con molta più voglia di riscattarsi e di rimediare a quanto successo oggi.

“Sull’asciutto probabilmente avremmo potuto guadagnare dei punti […]. Vediamo se ci saranno altre gare sulla pioggia, che minaccia sempre di arrivare e non cade mai. Quando sei dietro, non hai niente da perdere e rischi. Spero che in Ungheria conquisteremo dei punti!”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti