Gran Premio Cina

Formula 1, GP Cina 2016-libere 2: la Ferrari è davanti le Mercedes

La musica sembra cambiata in questa seconda sessione di prove libere ed i ferraristi sono veramente soddisfatti nel vedere le due Ferrari davanti le Mercedes, con Kimi Raikkonen al primo posto, seguito da Sebastian Vettel che si trova a solo un decimo dal compagno di squadra, con Nico Rosberg che si trova al terzo posto distante per soli due decimi dalla vetta e Lewis Hamilton al quarto posto. Anche se molti dicono che ancora è presto per cantare vittoria, in quanto domani dovrebbe piovere, quindi per la qualifica risulterebbe tutto in salita, ma occorre ricordare che Lewis Hamilton verrà arretrato di ben cinque posizioni sulla griglia di partenza, quindi la Ferrari può pensare di fare l’assalto alla prima fila, piazzando almeno una delle due rosse e giocando il tutto per tutto in gara, dato che domenica non dovrebbe piovere e quindi la gara sarà sull’asciutto.

I team oggi hanno cercato di raccogliere più dati possibili effettuando simulazioni di qualifica e gara, proprio a causa delle cattive condizioni meteo che dovrebbero esserci domani. Invece per quanto riguarda le mescole ci saranno le stesse del Gran Premio di Melbourne e del Bahrain, cioè Super soft, Soft e Medie. L’unica strategia che suscita perplessità è quella della Williams che ha portato un solo set di gomme medie per Felipe Massa e due set per Valtteri Bottas.

Dietro, distaccati da più di 1 secondo, vi è l’accesa lotta fra Red Bull e Toro Rosso, con Daniel Ricciardo al quinto posto e Max Verstappen sesto, invece Nico Hulkenberg riesce a sopravanzare Carlos Sainz e Sergio Perez per il settimo posto, anche se i tre sono racchiusi in appena 42 millesimi. A chiudere la top ten è Valtteri Bottas, apparso spesso in difficoltà, che precede di soli 5 millesimi la McLaren di Fernando Alonso e di un decimo quella di Jenson Button. Nelle retrovie, da evidenziare anche stavolta Pascal Wehrlein che gareggia per la prima volta su questa pista e che si trova al diciassettesimo posto senza aver usato la mescola supersoft. Invece Kevin Magnussen non è sceso in pista, perchè la Renault ha preferito analizzare per bene il problema che l’aveva colpito nella prima sessione di prove libere.

Ferrari davanti Mercedes FP2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio