Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Bahrain

Formula 1 | Gp Bahrain 2018, Kimi Raikkonen: “Deluso del risultato, ma la giornata importante è domani”

È un Kimi Raikkonen un po’ deluso e amareggiato per non aver ottenuto la Pole Position con la Ferrari, finito nelle mani di Vettel, che commenta la sua sessione di Qualifiche del Gp Bahrain

Topics

Al termine delle Qualifiche del Gp Bahrain 2018, seconda prova della nuova stagione di Formula 1, entrambe le Ferrari hanno conquistato la prima fila sulla griglia di partenza del Gran Premio che scatterà domani, con Sebastian Vettel che ha ottenuto la Pole Position, precedendo il compagno di squadra Kimi Raikkonen, separati tra loro con un gap di 143 millesimi.

Un risultato incredibile, che ha portato felicità e gioia nei box del Cavallino Rampante, e soprattutto sul viso di Sebastian Vettel, mentre Kimi Raikkonen nonostante il secondo posto, non sembra esserne soddisfatto.

Il pilota finlandese dopo il primo tentativo in Q3 si è ritrovato in prima posizione in classifica, mentre Vettel è stato protagonista di un errore all’ultima curva, ma poi quando il tedesco ha segnato il miglior tempo, Kimi non è riuscito a far meglio, accontentandosi del 2° posto.

Al termine della sessione di Qualifiche, Kimi Raikkonen è stato visto piuttosto deluso in viso per una Pole che poteva essere nelle sue mani, ma che non è riuscito ad ottenere, complice anche il traffico trovato in pista nei momenti decisivi.

Ecco le prime parole a caldo di Kimi Raikkonen: “Di sicuro non è un risultato ideale, purtroppo all’ultimo tentativo il traffico mi ha ostacolato e non sono riuscito a migliorare. In ogni caso mi devo accontentare”.

Fin dalle Prove Libere del Gp Bahrain, Kimi Raikkonen ha mostrato un ottimo feeling con la SF71H fin dai primi metri percorsi, e qui si capisce il senso di sconforto da parte di Kimi per il secondo tempo ottenuto: “Ad essere onesto speravo in un risultato migliore oggi, sono deluso di quanto accaduto. Ad ogni modo la posizione di partenza è buona anche se non è quella che speravo. È stata una situazione ben lontana dall’essere perfetta dato il traffico incontrato nell’ultimo tentativo, non potevo fare altrimenti”.

Ora, per il pilota finlandese, che per il secondo Gran Premio consecutivo partirà dalla seconda posizione ed in prima fila, è il momento di voltare pagina e pensare alla gara di domani, consapevole che qualsiasi cosa può accadere e che la macchina c’è.

“Oggi è soltanto sabato, la giornata importante è domani. È in gara che si conquistano i punti e bisognerà aspettare la domenica per capire cosa accadrà. La macchina, in ogni caso, sembra essere messa bene sul passo gara. Vedremo che cosa riusciremo a fare domani”, ha così detto in conclusione il Campione del Mondo 2007.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, classe 1986 residente a Fermo nelle Marche. Le mie passioni sono i cavalli e la Formula 1 che seguo dall'Agosto 1998, avendo così avuto la possibilità di vedere correre un certo Michael Schumacher, che poi diventerà il mio pilota preferito, e quindi la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Negli ultimi anni, mi sono appassionata di un altro pilota, Fernando Alonso, che apprezzo molto per le sue doti di guida, talento e il suo modo di approcciare una gara, una nuova avventura impegnandosi al 100%. Il mio sogno è di poterlo incontrare un giorno.
Back to top button