2018

Formula 1 | FIA verso l’eliminazione della riunione del venerdì con i piloti?

Charlie Whiting ha proposto di abolire la riunione del venerdì dopo le prove libere perché ritiene che si tratti di una replica di quanto già viene detto durante un altro incontro tra i rappresentanti e i capi dei diversi team

Topics

Come se non bastasse l’idea di eliminare il venerdì di prove libere a cui si era pensato nei mesi scorsi, la FIA starebbe pensando di eliminare anche la riunione dei piloti che si tiene generalmente proprio il venerdì.

Fino a oggi, si è trattato di un incontro importante per team e piloti che, assieme alla Federazione, si riuniscono per discutere le impressioni avute sul circuito, eventuali problemi di sicurezza o temi che potrebbero essere portati all’attenzione di tutti.

Recentemente, però, Charlie Whiting ha dichiarato che la Federazione sta semplicemente pensando e valutando l’idea di abolire questa riunione, naturalmente a partire dal Mondiale del 2019. Il motivo per cui il dirigente sportivo ha portato avanti questa ipotesi deriverebbe dal fatto che i temi affrontati durante questa riunione vengono trattati in un altro incontro tra i rappresentanti e i team. Si tratterebbe, quindi, di un inutile doppione.

“Certamente non succederà quest’anno, a meno che tutti non richiedano il cambiamento. La ragione principale per cui ho suggerito questa ipotesi è data semplicemente dal fatto che discutiamo di questi temi durante le riunioni con i capi della scuderia e quando arriviamo a parlare con i piloti, è abbastanza evidente che si tratta di cose di cui abbiamo già parlato e dobbiamo rivedere tutto da capo”.

In questo momento, l’obiettivo dell’incontro del venerdì è quello di permettere ai piloti di comunicare alla FIA le proprie impressioni e le sensazioni avute durante le sessioni di libere, in modo da avere il tempo di apportare dei cambiamenti o delle soluzioni in vista della gara domenicale.

Tuttavia, Whiting ha aggiunto che la riunione potrebbe essere tranquillamente eliminata dato che già durante le prove libere i piloti comunicano delle informazioni attraverso la radio. Di conseguenza, l’incontro perderebbe di valore e risulterebbe semplicemente una replica di informazioni che già sono conosciute ai rappresentanti della FIA.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti

Back to top button