2017

Formula 1 | Ferrari: la nuova Rossa ha emesso il suo primo vagito del 2017

Topics

Nella giornata odierna, si sarebbe dovuto svolgere la seconda giornata di test a Fiorano con la SF15-H mule-car per la Pirelli, alla quale avrebbe partecipato anche Antonio Giovinazzi. Ma è stato annullato a causa dell’incidente che ha visto protagonista ieri Sebastian Vettel, dal quale è uscito illeso benché con qualche contusione. Alla fine oggi si sarebbe dovuto far scendere il giovane pilota italiano, ma la mancanza di pezzi di ricambio pronti per l’uso da montare sulla vettura per sostituire le parti danneggiati, ha portato la decisione di annullare le prove. Sicuramente nei prossimi giorni, la Ferrari tornerà a svolgere il lavoro al momento sospeso con i piloti e la “mule-car” .

Nonostante questa inconvenienza, nella giornata odierna, in casa Ferrari, è stata comunque una giornata di festa, in quanto nel pomeriggio, è nata la monoposto 668, ovvero è stata montata in tutte le sue parti, telaio, Power Unit e accessori vari e ha emesso il suo primo vagito, ovvero c’è stata la prima accensione.

Un momento del genere, nel Reparto Corse, solitamente è vissuto come un vero e proprio rito, con tutto il personale presente e che ha partecipato all’assemblaggio della monoposto.

Nelle scorse settimane, le prime Power Unit 2017 ad aver fatto sentire le loro voci sono stati quelli della Mercedes, e quella della Toro Rosso, che quest’anno sarà spinta dai propulsori Renault.

La nuova Ferrari, sarà svelata ufficialmente tra due settimane (venerdì 24 febbraio). Nello stesso giorno ci sarà un filming-day sul circuito di Fiorano, durante il quale la 668 farà il suo debutto in pista e mostrerà tutte le sue forme. Dopodiché verrà spedita con tutti i materiali a Barcellona, dove da lunedì 27 inizieranno i primi test pre-campionato in preparazione della stagione 2017.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, classe 1986 residente a Fermo nelle Marche. Le mie passioni sono i cavalli e la Formula 1 che seguo dall'Agosto 1998, avendo così avuto la possibilità di vedere correre un certo Michael Schumacher, che poi diventerà il mio pilota preferito, e quindi la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Negli ultimi anni, mi sono appassionata di un altro pilota, Fernando Alonso, che apprezzo molto per le sue doti di guida, talento e il suo modo di approcciare una gara, una nuova avventura impegnandosi al 100%. Il mio sogno è di poterlo incontrare un giorno.

Altri articoli interessanti

Back to top button