2018Curiosità dalla F1Formula 1Gran Premio Singapore

Formula 1 | Fernando Alonso è instancabile: da Singapore al simulatore Toyota

Imprese difficili o sfide impossibili? Chiedete a Fernando Alonso cosa significa esserne il Re! Il pilota spagnolo è instancabile, dopo Singapore vola a Colonia per la Toyota

Topics

Non sono trascorse nemmeno 24 ore dalla fine della gara di Singapore e Fernando Alonso è già al quartier generale della Toyota a Colonia per preparare la sua prossima gara del WEC. Sembrava un’impresa difficile da fare quando Fernando Alonso ha annunciato che avrebbe combinato Formula 1 e Mondiale Endurance quest’anno, ma lo spagnolo ha già completato due terzi del suo programma e gli rimangono soltanto sei Gran Premi di Formula 1 e due gare del WEC in questo 2018. Anche se la sua prossima gara sarà in Russia, Fernando Alonso approfitta del tempo che ha a disposizione per continuare ad imparare, con l’obiettivo di assicurarsi il suo primo titolo World Endurance. Perciò la mattina dopo la gara di Singapore, si è presentato nella sede della Toyota a Colonia, per lavorare al simulatore per la 6 ore del Fuji, che si svolgerà il 14 ottobre, una settimana dopo il Gran Premio del Giappone.


Negli ultimi due anni, il suo desiderio di dimostrare di essere il miglior pilota del Motorsport lo ha portato a correre la 500 Miglia di Indianapolis, la 24 Ore di Daytona, ad avventurarsi nel progetto della Toyota nel WEC e anche provare una vettura dell’IndyCar recentemente. È chiaro che lo spagnolo non è uno di quelli a cui piace avere una domenica tranquilla, come è anche chiaro che a lui le sfide che per molti sembrano impossibili, non solo diventano possibilissime, ma gli piacciono eccome! Mentre lotta per ottenere il titolo nel WEC, un campionato di cui è ora leader, e anche senza aver annunciato il suo programma per il 2019, continua a allenarsi “per ottenere qualcosa che nessuno ha mai fatto prima” ha così affermato più volte. Però adesso è ora di tornare alla modalità di risparmio energetico, per essere al 100% in ciascuno dei seguenti appuntamenti:

30 settembre – GP della Russia
7 ottobre – GP del Giappone
14 ottobre – 6 ore del Fuji
21 ottobre – GP degli Stati Uniti
28 ottobre – GP del Messico
11 novembre – GP del Brasile
18 novembre – 6 ore di Shanghai
25 novembre – GP di Abu Dhabi

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti