Formula 1

Formula 1, dramma Jules Bianchi: «È stabile ma ci vuole tempo e pazienza»

philippe-bianchi-aggiornamento-jules-bianchi-001

Sono passati oltre due mesi dal Gran Premio del Giappone, quando Jules Bianchi fu vittima del tremendo incidente. Il pilota francese, che andò a impattare contro una gru di soccorso che stava spostando la monoposto di Sutil, venne trasferito d’urgenza all’Ospedale di Yokkaichi, dove è rimasto fino a pochi giorni fa quando è stato possibile trasportarlo a Nizza, in Francia. Nonostante questo piccolo passo avanti, non ci sono grandi novità sulle condizioni di Jules Bianchi come ha sottolineato il padre del 25enne.

«Jules è sempre stabile. Ci vuole tempo e pazienza e quando avremmo dei reali progressi vi informeremo – ha confidato Philippe Bianchi al quotidiano Var Matin – Nostro figlio è forte e cerchiamo di esserlo anche noi. Cerchiamo di gestire la situazione nel miglior modo possibile. Gli siamo vicino, non ci arrendiamo e cerchiamo di trasferirgli tutta la nostra energia», ha concluso il padre.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio