2017

Formula 1 | Delle opportunità non sfruttate dalla Williams, ne ha approfittato la Force India!

La Force India ha sfruttato le debolezze della Williams, infatti le opportunità non sfruttate da quest’ultima hanno reso tutto più facile alla squadra indiana, che è riuscita anche a svilupparsi meglio rispetto al team britannico

Topics

Il pilota brasiliano Felipe Massa ha gareggiato per la Williams dal 2014 e all’inizio di quest’anno ha affermato che il team non è stato in grado di sviluppare le sue monoposto come previsto, anche durante le passate stagioni. Quando gli è stato chiesto dove credeva che la Williams avesse perso il contatto con la Force India in questa stagione, Paddy Lowe ha dichiarato: “Abbiamo iniziato la stagione con una vettura che era generalmente più veloce della loro. Però poi abbiamo perso terreno con la Force India in termini di prestazioni. Entrambi abbiamo sviluppato la vettura durante la stagione, a un ritmo che non si è visto, ma loro sono riusciti a fare un lavoro nettamente migliore”.

“Il nostro compito adesso è quello di provare a recuperare questo gap durante l’inverno, dobbiamo fare grandi passi in avanti con la nuova monoposto rispetto a quanto fatto in passato. Anche la Renault ha ottenuto buoni risultati durante la stagione” ha così proseguito Paddy Lowe, che inoltre ha anche ammesso che la Williams non è riuscita a sfruttare varie opportunità all’inizio dell’anno, in particolare con il debuttante Lance Stroll. Infatti mentre Felipe Massa ha ottenuto punti in quattro delle prime sei gare, Lance Stroll si è ritirato dalle prime tre gare e non ha ottenuto punti fino alla settima gara stagionale in Canada.

Infatti a riguardo Paddy Lowe ha affermato: “Nella prima parte della stagione, quando avevamo spesso la monoposto più veloce rispetto alla Force India, non abbiamo ottenuto tanti punti in particolare con la vettura di Lance Stroll, quando vi erano invece le opportunità per ottenerli. Ma con Lance Stroll al debutto in Formula 1 quest’anno, c’è stato giustamente un primo semestre più difficile per lui rispetto alla seconda metà della stagione, questi due fattori sono stati sufficienti alla Force India per ottenere un netto vantaggio”.

Topics
Continua la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Aspetta! C'è dell'altro!