2018Dichiarazioni dei Piloti

Formula 1 | Carlos Sainz: “Preferisco concentrarmi su una buona stagione e non puntare subito al podio”

Il pilota della Renault ha espresso le sue opinioni sulla stagione che a breve prenderà il via, assicurando di essere motivato a fare una buona stagione, ma di non essere ossessionato al podio

Topics

Recentemente, il pilota della Renault Carlos Sainz è sceso in pista sul tracciato del centro di karting che porta il suo nome a Las Rozas: tuttavia, lo spagnolo ha assicurato che non si è trattato di una distrazione, ma di un’occasione in più per allenarsi in vista della nuova stagione.

Nel 2018, infatti, la Renault ha voglia di mettersi in gioco e di lavorare per raggiungere un passo gara che le permetta di conquistare le prime posizioni: a tal proposito, Sainz ha ammesso di essere molto contento delle aspettative del team, che lo caricano e lo motivano a dare il meglio non solo per la squadra, ma anche per i fan che parteciperanno alle gare.

Naturalmente, come riporta Motorsport.com, Sainz si è anche detto prudente e rimane con i piedi per terra, data la consapevolezza di dover incontrare dei venti favorevoli per poter davvero conquistare ottimi risultati in pista.

“Spero di poter essere nella metà superiore della griglia. La Renault è l’incognita maggiore sul dove saremo durante il Mondiale, ma spero nella parte più alta: abbiamo fatto dei passi avanti in termini di affidabilità. Abbiamo avuto solo un piccolo problema durante l’ultimo giorno, ma quello non mi preoccupa: per preferisco avere un buon anno ed essere al top per la maggior parte della stagione, piuttosto di concentrarmi sul podio”.

 Sainz, dunque, rimane cauto e non coltiva false speranze in vista della nuova stagione, grazie anche all’esperienza accumulata durante lo scorso anno: lui stesso, infatti, ha dichiarato di aver imparato a mantenere la calma e a essere paziente, dato che il Mondiale sarà molto lungo e l’imprevisto potrebbe sempre essere dietro l’angolo.

Metafora, quella della pazienza, che Sainz ha esteso anche al suo legame con la scuderia francese: nonostante ci sia ancora una clausola che lo lega alla Red Bull per un ipotetico ritorno al team nel 2019, la Renault sarebbe interessata a combattere con lui per il podio almeno fino al 2020.

“Mi sento di appartenere a una scuderia che sa fare tutto: ero entusiasta di andare alla Renault perché è una squadra unita. Tutto è progettato dal più piccolo granello e mi piacerebbe essere un veggente per capire quale team andrà a vincere il Mondiale. In questo sport devi essere nel posto giusto al momento giusto e al momento ho la sensazione che la Renault sia il posto giusto per me”.

Ultime parole, infine, Sainz ha dedicato a Fernando Alonso, che quest’anno potrebbe essere un suo diretto rivale: secondo il pilota Renault, Alonso sembrerebbe più tranquillo e soddisfatto del suo rapporto con la McLaren, anche se la scuderia dovrà trovare il giusto feeling con il nuovo motore.

 

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti