Curiosità dalla F1

Formula 1, Button difende Daniil Kvyat: «E il suo podio in Cina?»

Anche se le prime indiscrezioni hanno iniziato a trapelare nella tarda serata di ieri dai colleghi di mortosport.com, la notizia dell’avvicendamento tra Daniil Kvyat e Max Verstappen alla guida della Red Bull hanno fatto parlare, e non poco, non solo gli appassionati ma anche gli addetti ai lavori. Tra chi ha giudicato questa mossa poco signorile, c’è anche Jenson Button. Attraverso il proprio profilo di Twitter il pilota della McLaren ha preso le difese di Daniil Kvyat che dal prossimo Gran Premio di Spagna tornerà a vestire la tuta della Toro Rosso dopo poco più di una stagione trascorsa alla corte della Red Bull.

Jenson Button ha criticato apertamente la decisione del team di Milton Keynes di promuovere nell’immediato l’olandese pupillo di Helmut Marko a discapito del russo, dimenticandosi del suo grande talento: «Davvero? Una brutta gara e Kvyat è stato sollevato dal ruolo, e il podio che ha fatto nella gara precedente?». Il tutto è stato condito ovviamente da un inequivocabile hashtag, #shortmemories, memoria corta.

Proprio poche settimane fa Daniil Kvyat aveva regalato alla Red Bull il primo podio stagionale, a Shanghai, in occasione del Gran Premio di Cina. E Jenson Button non è l’unico tra i piloti a schierarsi col collega russo: nel giro di pochi minuti hanno iniziato ad arrivare alcune risposte tra le quali non si è potuta non notare quella del driver iberico Roberto Merhi che ha confermato di essere d’accordo con Button al 100%.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button