2017

Formula 1 | Amsterdam o Rotterdam? Anche l’Olanda vuole entrare in F1!

Topics

Dopo aver incassato una serie di DNF che hanno oscurato il suo talento, Max Verstappen si sta riprendendo ciò che ha perso con gli interessi: alla vittoria in quel di Sepang, infatti, è stato capace di arpionare un’ottima medaglia d’argento sul circuito di Suzuka, due risultati assolutamente di rilievo che hanno fatto aumentare le sue quotazioni tra i fans del Circus iridato.

Soprattutto tra quelli provenienti dal “suo” Paese, quell’Olanda che, in questi giorni, ha iniziato a intavolare delle trattative con i dirigenti della Formula 1 al fine di ospitare un Gran Premio in futuro. L’idea, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe molto più ambiziosa rispetto a quella inizialmente posta in essere di riportare in auge il tracciato di Zandvoort: Liberty Media, infatti, tiene molto che ogni GP diventi una “festa” per tutti gli appassionati, quindi l’intenzione attuale è quella di creare un nuovo circuito cittadino in una delle città più importanti della Nazione.

Le candidate, al momento, sono Amsterdam e Rotterdam. La prima, sicuramente più attraente agli occhi di fans e addetti ai lavori, avrebbe però qualche problema di troppo a livello di organizzazione, mentre la seconda sarebbe più indicata in virtù della sua esperienza in fatto di roadshow di F1 ospitati in passato.

Una cosa è certa: se questo progetto verrà portato a compimento sarà un successo di portata internazionale. Parola di Christian Horner, team principal della Red Bull che si è interessato indirettamente all’intera vicenda: “Dal momento che Max è molto seguito nella sua Olanda, un evento del genere su un circuito cittadino attirerebbe un sacco di spettatori e senz’altro sarebbe un trionfo a livello mediatico per l’intero Circus della Formula 1”.

Topics
Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Altri articoli interessanti