DichiarazioniFormula 1

Brown: “Siamo ancora una squadra giovane”

L’amministratore delegato della McLaren preferisce mantenere la calma in vista della nuova stagione, che probabilmente non sarà ancora quella giusta per riportare la scuderia sul podio

La scuderia di Woking ha fatto passi da gigante durante la passata stagione, ma per vederla di nuovo al top bisognerà aspettare il prossimo anno

Per la McLaren il 2020 sarà solamente un  anno di transizione. A dirlo è lo stesso Zak Brown, che in alcune dichiarazioni rilasciate al quotidiano spagnolo Marca ha voluto ribadire come il suo team non sia ancora pronto a duellare con i top team.

Nello specifico, secondo Brown sarà il 2021 l’anno di rivincita della McLaren, grazie anche al cambiamento del regolamento. Durante questa stagione, infatti, non sono previsti grandi stravolgimenti alle norme, per cui è probabile che non si vedranno notevoli cambiamenti in pista.

SORPRESE ALLE PORTE… MA PIEDI PER TERRA

Brown è convinto che la McLaren possa riservare ancora qualche sorpresa per il 2020, andando a evidenziare ulteriormente il processo di miglioramento iniziato durante lo scorso anno. Tuttavia, questo non basterebbe a riportarla al top, tant’è che alcune dichiarazioni hanno fatto intendere come la stessa scuderia stia già lavorando in ottica 2021.

I regolamenti sono molto simili, non credo che la griglia sarà molto diversa dagli scorsi anni. Potrebbero esserci delle sorprese qua e la, ma siamo ancora una squadra giovane”.

E la McLaren lo è davvero, in tutti i sensi. Sebbene la sua presenza in Formula 1 sia ormai datata, solo nell’ultimo anno la scuderia è riuscita a risollevarsi, dopo la terribile esperienza vissuta con motorizzazione Honda. A testimoniarlo, del resto, sono stati il quarto posto nel mondiale costruttori e il primo podio in carriera per Carlos Sainz.

SORPRESE ALLE PORTE…MA PIEDI PER TERRA

A fare la differenza a partire dalla prossima stagione potrebbe essere anche il contributo offerto da James Key. Solo a partire da quest’anno, infatti, il nuovo capo della tecnologia potrà lavorare allo sviluppo della monoposto, magari portando delle modifiche rivoluzionarie all’interno della scuderia.

L’anno scorso James non è stato coinvolto nello sviluppo dell’auto, ma lo è ora. Vedremo come andrà. Dobbiamo essere più preparati alle gare e iniziare bene la stagione. Ci sentiamo a nostro agio con l’auto per il 2020: avremo sicuramente weekend buoni e cattivi, ma spero che continueremo ad andare avanti”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close