DichiarazioniFormula 1

Bottas: “Devo pensare a battere il mio compagno di squadra”

In un’intervista il pilota finlandese ha parlato dei suoi obiettivi per questo 2020

Cosi come lo scorso anno, il pilota della Mercedes si è reso protagonista di un buon inizio di stagione. Ma stavolta sarà l’anno buono?

Dopo una lunga attesa finalmente la stagione 2020 è iniziata. Il copione però sembra molto simile a quello della passata stagione, con Bottas autore di un buon avvio, prontamente raggiunto da Hamilton. Anche quest’anno il finlandese ha vinto al debutto, ma poi ha dovuto cedere il passo al compagno di squadra, conquistando come l’anno scorso un terzo e un secondo posto.

In un’intervista rilasciata agli austriaci di Motorsport-Total.com, Bottas ha spiegato che è difficile battere Hamilton, ma l’obiettivo è nelle sue corde. “Credo di avere le capacità per lottare con lui. E’ una grande sfida per me. Penso che la mia performance sia stata buona finora. In più penso che potrebbero esserci stati eventi sfortunati che mi hanno fatto perdere un po’. Ma sono soddisfatto delle mie prestazioni. È stato un inizio molto incoraggiante”.

Tuttavia con la netta superiorità espressa dalla Mercedes, sono poche le preoccupazioni provenienti dall’esterno . Max Verstappen, è terzo nel campionato, è 30 punti dietro Hamilton dopo solo tre gare, mentre la Red Bull, segue i Campioni del Mondo in carica di 55 punti a 121 nel costruttori. Ciò ha portato Sebastian Vettel a sostenere che l’unica persona che può impedire a Hamilton di vincere il settimo titolo è proprio Valtteri Bottas.

Sulla netta superiorità della Mercedes il finlandese si è espresso cosi: “Abbiamo fatto solo tre gare e molto probabilmente ne avremo comunque tante quest’anno. Le cose potrebbero cambiare. Sulla base di due circuiti diversi, sembriamo avere la macchina migliore. A volte con un grande vantaggio. Questo è un fatto. Ma non sai mai come andrà la stagione, quindi continueremo a spingere. È la Formula 1. Tutto può cambiare. Per me si tratta solo di migliorare le mie prestazioni e battere il mio compagno di squadra”.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button