2014

André Lotterer: «La mia Audi LMP1 va più veloce della Caterham»

British Grand Prix, Silverstone 03-06 July 2014Quando si debutta in Formula 1 la prima impressione è mirata alla velocità della vettura e a tutti i particolari tecnici che rendono queste vetture le più veloci al mondo. Oggi il giovane pilota che ha provato queste sensazioni è stato il pilota della Caterham André Lotterer che ha sostituito Kamui Kobayashi in questo weekend belga. Le impressioni del tedesco però sono state un tantino diverse del solito, visto che a suo dire la vettura inglese ha una percorrenza in curva più lenta della sua Audi LMP1 auto con cui ha vinto l’ultima 24h di Le Mans:

«In Formula 1 c’è molta più potenza è vorrei che quest’ultima ci fosse anche nelle autovetture LMP1, ma la stessa potenza che si può avere in rettilineo viene a mancare in curva a causa del basso downforce. Nella mia categoria c’è ne molto e di conseguenza possiamo avere più velocità in curva, ma in questa categoria si può aumentare ogni cosa grazie al lavoro. Inoltre le gomme Michelin che montiamo sono migliori e ti permettono di spingere più a lungo visto una maggiore resistenza. Il tutto mi sorprende e mi affascina e quindi mi dovrò impegnare più del solito per guidare questa vettura»

Continuando il suo racconto il pilota tedesco ha spiegato come gli è arrivata la proposta di guidare nella classe regina del motorsport anche se la decisione è stata presa dopo alcuni momenti di riflessione: «Ho ricevuto l’offerta tre settimane e in quel momento ero molto felice perchè guidare in Formula 1 è sempre stato il mio desiderio e quando è arrivata l’offerta l’ho accettata anche se prima ho dovuto riflettere sul da farsi. Questa è un ottima opportunità e visto che non ho nulla da perdere anche perchè il futuro della mia vita agonista non dipende da questa gara»

Topics
Pubblicità

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close