DichiarazioniFormula 1

Alpine, Rossi: “Nel 2022 ci aspettiamo di avvicinarci ulteriormente”

A Motorsport.com l’amministratore delegato della squadra francese si è espresso positivamente guardando alla crescita nella seconda metà della stagione, anticipando ulteriori progressi in ottica futura

Laurent Rossi (AD di Alpine) ha parlato degli progressi della propria squadra evidenziati negli ultimi mesi, ma anche di quelli che si aspetta di vedere nella prossima annata

Negli ultimi due anni la crescita della squadra francese (che porti il nome di Renault o di Alpine) è stata vertiginosa non tanto in termini di posizione in classifica, quanto per i punti portati a casa e per le prestazioni evidenziate in pista. Di questo ne ha parlato Laurent Rossi, che ha aggiunto pure che si aspetta di migliorare ulteriormente nel prossimo futuro.

181 punti nel 2020 e 155 nel 2021 quando nella mischia si è unita anche la Ferrari. Negli ultimi dodici mesi uno dei punti più alti è stato indubbiamente il trionfo di Esteban Ocon in Ungheria. Una vittoria un po’ fortuita che si spiega con quel patatrac il partenza che ha rimescolato le carte in mano. A rincuorare il CEO è però soprattutto il costante progresso.

GUARDARE OLTRE ALLA MERA VITTORIA

“[ndr. La vittoria di Ocon] è stata certamente uno dei momenti più rilevanti della stagione, è stato il segno del buon lavoro svolto. Ma voglio dire, è stato sorprendente anche andare a punti in ben diciannove gare, o il terzo e quinto posto del Qatar, o la solidità messa in evidenza nelle ultime settimane, o ancora il quarto posto di Esteban in Arabia Saudita”.

“Sono il miglioramento graduale, lo sviluppo e l’apprendimento costante del team che fanno ben sperare per il futuro e per il brand. Non travisate le mie parole, vincere è una gran cosa ma è da considerare che sia stata ottenuta in circostanze particolari. È vero che comunque l’abbiamo meritata dopo sessantacinque giri in testa al gruppo”, così Laurent Rossi a Motorsport.com.

FOCUS ’22

In merito al salto nel buio costituito dal 2022 il francese ha detto: “Non c’è molto nervosismo perché ci aspettiamo di guadagnare in termini di performance. Ci sono dei vantaggi per noi. Certo è che c’è la possibilità di fare peggio dello scorso anno, anche se ne dubito. Credo che abbiamo dalla nostra un buon e differente – in particolar modo necessario – sviluppo guardando al motore, e un buon progresso della vettura”.

“Avevamo una tabella di marcia per l’inizio dell’anno, e la stiamo rispettando. E questo ci sta portando ad avvicinarci, forse non allo stesso livello delle scuderie di vertice ma non lo possiamo sapere. Perché ci aspettiamo di guadagnare punti nell’aerodinamica, nella capacità di sfruttare l’energia elettrica riducendo il divario con i migliori supponendo ovviamente che loro continuino a fare progressi.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.