DichiarazioniFormula 1

Mercedes pronta a correggere il cambio della W11

La scuderia tedesca ha dichiarato di dover lavorare sul cambio delle monoposto in previsione della prossima gara

La Mercedes ha ammesso di essere al lavoro per cercare di risolvere i problemi sulle vetture prima della prossima gara.

Per la prima gara stagionale, il team tedesco ha raccolto un bottino di ben 37 punti, grazie alla vittoria di Bottas e al quarto posto di Hamilton. Nonostante abbiamo dominato l’intero weekend, la Mercedes ha però riscontrato dei problemi tecnici durante la gara. Il team ha infatti ammesso che i problemi sono inerenti alla componente elettrica del cambio, che sembrerebbe non sposarsi bene con la configurazione base della W11.

La Mercedes ha così spiegato di trovarsi di fronte ad un problema complesso da dover risolve in breve tempo. Lo staff aveva già iniziato a lavorare sul cambio prima dell’inizio della prima gara del campionato, senza trovare una soluzione rapida. A chiarire la situazione è stato James Vowles nel regolare video-briefing post gara, dove ha dichiarato: “Abbiamo un certo numero di persone che lavorano in fabbrica giorno e notte per cercare di risolvere questo problema. Lavoriamo in parallelo al GP, infatti mentre si svolgeva la gara stavano già facendo del loro meglio per cercare di capire quali fossero le anomalie”.

Ha poi aggiunto: “Se non ci occupiamo di questi problemi ora, tra qualche giorno saremo nella stessa situazione. E’ un problema complesso che avrebbe potuto far concludere la gara ad entrambe le monoposto. Se fosse stato qualcosa di semplice avremmo dato il massimo per risolverlo la settimana scorsa, ma chiaramente non siamo riusciti”.

“ABBIAMO SOLO QUALCHE GIORNO PER RISOLVERE IL PROBLEMA”

La Mercedes sospetta che i problemi al cambio siano dovuti ad una combinazione di interferenze elettriche nel sistema, che unite alle vibrazioni dovute ai passaggi sui cordoli, hanno messo a rischio la gara di entrambi i piloti. Infatti, il circuito del Red Bull Ring obbliga i piloti ad aggredire i cordoli per ottenere un buon tempo sul giro, impedendogli un approccio più conservativo.

Vowles ha così concluso: “La verità è che il circuito austriaco è molto aggressivo, specialmente con i cordoli. Mette molto carico sugli organi di sospensione e nell’auto. E’ necessario utilizzare i cordoli per ottenere un buon giro, ma i cordoli generano anche molte vibrazioni e carico sulla vettura. Il problema sulla W11 è di natura elettrica e abbiamo solo qualche giorno per affrontarlo”.

Topics
Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button