Curiosità dalla F1

Formula 1 | Liberty Media negozia con i team: 20% delle azioni in cambio del diritto di voto

Liberty Media ha iniziato ad apportare alcuni cambiamenti al management della Formula 1. Secondo Michael Schmidt della testata tedesca Auto Motor und Sport, i nuovi proprietari hanno proposto ai team un’arma a doppio taglio. Liberty avrebbe offerto alle squadre 20% delle azioni equivalente a 765 milioni di euro in cambio del loro diritto di voto e il terminus entro cui prendere la decisione è il prossimo 31 gennaio.

“Liberty possiede dei buoni motivi per invitare le squadre. Gli azionisti non arriveranno in un giorno però l’accordo ha un’attrazione. I team beneficeranno delle entrate e avranno un posto nella direzione ma non avranno diritto di voto. Quando si tratterà di nuove strategie, regolamenti, campagne di marketing, la distribuzione dei profitti o la nomina dell’amministratore delegato, Liberty Media non interpellerà le squadre.” ha riportato Schmidt.

Oltre alle perplessità su tale proposta, che escluderebbe i team sul piano decisionale, non è chiara la posizione di Bernie Ecclestone. Per il momento il patron della Formula 1 continua a ricoprire il ruolo di CEO, ma non si smette di pensare al futuro e a un successore. Sir Jackie Stewart si augura che la collaborazione con Liberty Media prosegua poiché, malgrado nuovi volti e un approccio rivoluzionario giovino alle compagnie, attualmente Bernie è imprescindibile per la F1.

“Mai, mai più avremo uno come Bernie Ecclestone. –ha dichiarato Stewart al quotidiano tedesco Sonntagsblick– E’ unico in tutto il mondo del motorsport. Nessuno ha guadagnato tanto, per se stesso e per tutti quelli venuti prima. Liberty Media ha bisogno di trovare una soluzione. Quando Pete Rozelle è morto, tutto il mondo pensava che fosse la fine della NFL.” 

“Tuttavia è cresciuta, per giunta di più e meglio, perché il management successivo ha portato una cultura diversa e metodi nuovi. Al momento, però, non si può fare molto senza Bernie. Se collaborerà con i nuovi proprietari, sarà ottimo, anche per i fans, che devono essere in primo piano.”

Pubblicità

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button