DichiarazioniFormula 1Gran Premio Ungheria
Trending

GP Ungheria: Vettel squalificato ma l’Aston Martin fa ricorso

Nonostante siano trascorse diverse ore dal termine della gara, i colpi di scena sembrano non finire, infatti il tedesco viene sanzionato dalla FIA, ma il team è pronto a farsi valere

La FIA ha squalificato Sebastian Vettel per non avere la quantità minima di carburante nella sua vettura alla fine del GP d’Ungheria

I colpi di scena sembrano non finire, nonostante la gara ungherese sia terminata da diverse ore. Sebastian Vettel è stato infatti squalificato dalla FIA. Il tedesco perde così la seconda posizione, e Carlos Sainz eredita il podio. Tale episodio è simile a quello accaduto in Brasile nel 2019, quando lo spagnolo ottenne il podio per la prima volta in carriera in una gara di Formula 1, a seguito di una penalità inflitta a Lewis Hamilton. Carlos Sainz è stato virtualmente sul podio per gran parte del GP d’Ungheria. Tuttavia, a quattro giri dalla fine, Lewis Hamilton ha preso il suo posto sul podio per alcune ore.

Più di tre ore dopo aver visto la bandiera a scacchi, gli steward di Budapest hanno riscontrato un’anomalia. Cioè l’Aston Martin numero 5 non aveva il litro minimo di carburante richiesto a fine gara. Qualcosa di cui la FIA ha bisogno per dimostrare che la benzina utilizzata è conforme alle regole. Non avendo il carburante necessario per effettuare i controlli richiesti, Vettel ha violato l’articolo 6.6.2 del regolamento tecnico del Circus. Ciò perché nella sua monoposto c’erano “appena” 0,3 litri di benzina, e non l’intero litro che è necessario per regolamento.

 

ANCHE IN PASSATO IL TEDESCO E’ STATO SANZIONATO PER IL MEDESIMO MOTIVO

La FIA precisa che Vettel già in passato ha violato tale articolo durante le qualifiche del GP di Abu Dhabi nel 2012. In quell’occasione venne squalificato dalla sessione e fu costretto a partire dalla Pit-Lane per la gara. Per l’episodio riguardante oggi, la FIA ha deciso di procedere nel medesimo modo, perciò ha squalificato Vettel dal GP d’Ungheria. Ciò fa scalare Lewis Hamilton in seconda posizione e Carlos Sainz in terza.

L’ASTON MARTIN NON CI STA, PERCIO’ FARA’ RICORSO SE NECESSARIO

Il team ritiene che nella vettura avrebbero dovuto esserci 1,74 litri di carburante, e quindi ci sono ancora 1,44 litri nel sistema che la FIA non è riuscita a recuperare. Vettel si era fermato a due curve dalla fine dell’in-lap dopo la gara a causa di un problema con la pompa di sollevamento. Tale guasto dovrebbe spiegare perché il carburante non è stato trovato. La monoposto rimarrà sequestrata nel box della FIA a Budapest durante la notte e domani potrebbero essere intrapresi ulteriori lavori, per trovare il carburante mancante.

Tale intenzione fa guadagnare tempo e consente al team di decidere se ci sono gli estremi necessari per procedere o meno al ricorso. “Posso confermare l’intenzione di fare ricorso, ha dichiarato ad Autosport il team principal Otmar Szafnauer. “Quindi, una volta che ne sapremo di più, se ci saranno le condizioni necessarie procederemo con il ricorso. Abbiamo 96 ore di tempo per decidere. Secondo tutti i nostri calcoli, dovrebbero esserci ancora 1,44 litri di carburante nella monoposto, dopo che è stato prelevato il campione da 300 millilitri. Dobbiamo solo mostrare alla FIA che il carburante c’è. Questa sarà la base del ricorso”.

Il team può calcolare la quantità di carburante presente nella vettura, perché sa quanto è stato versato prima della partenza. Inoltre il flussometro del carburante FIA ​​fornisce una registrazione ufficiale accurata di ciò che è stato utilizzato durante la gara. Misuriamo il carburante che entra. Inoltre il flussometro del carburante che abbiamo nella monoposto, che è richiesto dalla FIA, misura la quantità di carburante utilizzata. Quindi la differenza tra ciò che è stato inserito e ciò che è stato utilizzato ci dirà ciò che è rimasto. Così sappiamo che sono rimasti 1,74 litri” ha concluso il team principal dell’Aston Martin.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.