2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Belgio

GP Belgio 2019, Norris: “Gara noiosa? No, mi sono divertito!”

Il pilota della McLaren è stato anche votato come Driver of the Day del GP del Belgio. Un riconoscimento dal sapore amaro dopo la bella gara di Spa

Lando Norris è andato vicinissimo a portarsi a casa il miglior risultato in Formula 1 sul tracciato di Spa, in occasione del Gran Premio del Belgio.

Norris si è classificato in 11esima posizione a causa della rottura della sua power unit all’inizio dell’ultimo giro. Proprio il 19enne di Bristol per gran parte del Gran Premio è riuscito a conservare la quinta posizione, dimostrando ancora una volta le grandi qualità che aveva già espresso nelle formule minori.

Non posso dire che la gara sia stata noiosa. Anzi, mi sono divertito un sacco. In partenza ho pensato di tenermi all’interno per guadagnare posizioni ed è successo. Poi di lì in poi ho disputato una gara lineare – ha raccontato il pilota della McLaren davanti alla stampa – Ho cercato di gestire la corsa, controllavo quello che mi accadeva attorno“.

VOTATO DRIVER OF THE DAY

Lando Norris, nonostante il ko che lo ha privato del suo miglior risultato in carriera in Formula 1, è stato votato come Driver of the Day del Gran Premio del Belgio 2019. Al pilota della McLaren, arrivato a Spa dolorante a una gamba, non basta questo riconoscimento che, soprattutto oggi, ha un gusto amaro: “È stato un vero peccato. Venerdì è stata una giornata difficile e oggi tutto il team ha lavorato duramente per permetterci di portare a casa punti importanti. Ci stavamo riuscendo e veder andare in fumo il proprio motore all’ultimo giro è qualcosa di terribile. Ora è importante riprenderci e prepararci per Monza, dove potremmo dire la nostra“.

UN PENSIERO PER HUBERT

E in un fine settimana triste come questo, dove il Motorsport ha perso Anthoine Hubert, un pensiero non poteva che andare alla famiglia del pilota transalpino: “I miei pensieri sono rivolti ai suoi cari e ai suoi amici. È stato un fine settimana difficile sotto questo aspetto, e sento di fare le mie più sentite condoglianze a tutte le persone che gli volevano bene“, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close