DichiarazioniGran Premio Europa

Formula 1|Gp Europa 2016, Sebastian Vettel: “La nostra macchina deve essere veloce in tutte le condizioni!”

Il pilota tedesco della Ferrari, Sebastian Vettel ha perso la prima fila del Gran Premio d’Europa a Baku, beffato da un agguerrito Daniel Ricciardo che ha effettuato il medesimo tempo, pochi istanti prima del quattro volte campione del mondo. Un’ulteriore beffa per la Ferrari e per il tedesco Sebastian Vettel, che nonostante l’incidente del pilota inglese della Mercedes Lewis Hamilton e la penalizzazione in griglia della Force India di Sergio Perez, ha visto sfuggire per pochi attimi la prima fila del Gran Premio d’Europa.

Sebastian Vettel con il suo ultimo tentativo ha effettuato il medesimo tempo di Daniel Ricciardo, ma il pilota australiano della Red Bull è stato il più veloce alla ripartenza dopo la bandiera rossa causata da Lewis Hamilton il pilota della Mercedes, e quei pochi secondi davanti all’ex compagno di squadra sono stati decisivi, infatti in caso di medesimo tempo, il regolamento prevede che a partire davanti sia il pilota che per primo ha tagliato il traguardo. Ma nonostante tale beffa, Sebastian Vettel durante le interviste cerca di vedere comunque il bicchiere mezzo pieno:“Se fossi dovuto partire quarto sarei stato più arrabbiato. E’ comunque positivo partire quantomeno dal lato pulito, potrebbe fare una gran bella differenza su una pista nuova. Magari mi sbaglio e domani se dovessi sbagliare la partenza sarei arrabbiato, ma di solito faccio partenze piuttosto buone, ho avuto già un buon feeling questo weekend in prova, perciò vedremo. La gara sarà lunga, la partenza importante ma non la cosa più importante in assoluto, quella sarà la bandiera a scacchi: abbiamo visto che sono successe già parecchie cose durante il weekend, dovremo mantenere la concentrazione durante la gara perchè sarà dura”.

La pista di Baku si è confermata infatti parecchio insidiosa, tradendo vari piloti in queste due giornate. La gara della GP2 ha dimostrato anche che i sorpassi non sono così impossibili in almeno due punti della pista, infatti Sebastian Vettel ha affermato: “Specialmente alla ripartenza (dopo una Safety Car) è possibile, c’è un rettilineo lunghissimo, quanto sarà semplice o difficile lo vedremo domani, ma credo che in generale sarà possibile. E’ sempre possibile superare, persino a Monte Carlo, anche se lì è molto difficile, ma c’è sempre una possibilità, dipende chi cerchi di superare, quella è la cosa fondamentale. Credo che sarà una gara molto lunga, ma cerchiamo di arrivare alla fine innanzitutto”.

Rispetto a ieri, però, la Ferrari sembra che abbia avuto meno difficoltà, grazie anche alle condizioni meteo che questa volta sono andate migliorando per le caratteristiche della SF16-H. Oggi infatti faceva più caldo e per la gara sono attese temperature ancora più elevate, cosa che a Sebastian Vettel non dispiace per niente, infatti ha concluso l’intervista, affermando: “Ieri abbiamo faticato un po’, forse faceva un po’ troppo freddo per noi e se domani ci sarà un pochino più caldo sarà meglio. Però nessuna scusa, alcune condizioni favoriscono alcuni, alcune altri, ma la nostra macchina deve essere veloce in tutte le condizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button