Formula 1 | Ufficiale, Antonio Giovinazzi in Ferrari come terzo pilota nel 2017!

Dopo settimane di indiscrezioni, Antonio Giovinazzi è ufficialmente terzo pilota Ferrari dal 2017.

Da diverse settimane girava la voce, che Antonio Giovinazzi sarebbe arrivato in Ferrari, ed ora è arrivato la notizia ufficiale. Ad annunciarlo è stato il Presidente Sergio Marchionne durante il pranzo di Natale a Maranello, che ha così dichiarato: “Posso confermare che nel 2017 sarà il nostro terzo pilota”.

L’ingaggio era già nell’aria a partire dal Gp di Abu Dhabi, ma prima di annunciarlo ufficialmente in casa Ferrari hanno voluto aspettare, probabilmente perché stavano sondando il terreno della Sauber, e la situazione dei piloti, in quanto per vedere di dare la possibilità a Giovinazzi di ottenere un sedile da pilota titolare.

Ora, per Giovinazzi, vice-campione GP2, si prospetta una stagione 2017 con la tuta della Ferrari, affiancando i piloti titolari, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, e non solo come pilota di riserva. Per vederlo in pista sulla Rossa, si dovrà attendere i rookie test programmati a metà stagione, oppure già nei test pre-campionato a Barcellona. Probabilmente anche nelle prove libere del venerdì in qualche Gran Premio.

Anche il Team Principal, Maurizio Arrivabene, ha confermato l’arrivo del giovane pilota di Martina Franca: “A gennaio inizierà un programma di lavoro al simulatore. Poi nuovamente Marchionne, che oltretutto è fiducioso del talento dell’italiano 23enne, ha spiegato la decisione di ingaggiarlo: “Lo abbiamo preso perché è un gran pilota. Ma fa molto piacere anche che sia un italiano”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button