DichiarazioniTest Formula 1

Formula 1, test Pirelli 2016-Raikkonen: «Meglio le rain del 2015

L’obiettivo di questa due giorni di test è quello di aiutare la Pirelli a scegliere la migliore mescola da bagnato estremo da utilizzare nel corso della stagione 2016 di Formula 1. Ferrari, McLaren e Red Bull sono le squadre che hanno risposto alla chiamata del fornitore unico di pneumatici, eppure almeno fino ad ora, le nuove gomme rain della Pirelli non hanno ricevuto l’effetto sperato almeno su Kimi Raikkonen. Il pilota della Ferrari, che ha completato 99 giri al Paul Ricard, non ha peli sulla lingua.

A come del resto ormai ci ha abituato Iceman, il finlandese ha bocciato gli pneumatici provati in mattinata affermando di sentirsi più a suo agio col composto 2015: «Anche se è troppo presto per dirlo credo che siano meglio le rain dello scorso anno. Dovremmo dare un giudizio completo una volta provate tutte le soluzioni nuove – ha commentato Raikkonen ai colleghi di Motorsport.com – Non è stato affatto male perché era un po’ che non salivo in macchina: è stata una sessione utile a capire di più come lavora la vettura in condizioni di pista bagnata».

In occasione della prima giornata di prove la Pirelli è riuscita a mettere assieme la bellezza di 285 giri con le tre monoposto presenti, completando quasi 1000 km. Il tempo più veloce è stato ottenuto da Daniel Ricciardo con la Red Bull RB11 seguito in seconda posizione da Stoffel Vandoorne con la McLaren MP4-30, fermo a circa tre decimi dall’australiano: «Abbiamo provato diverse soluzioni, ma ora dobbiamo prepararci al lavoro che ci proporrà la Pirelli per la giornata conclusiva di domani. Forse testeremo ancora qualcosa di nuovo – ha commentato il terzo pilota della McLaren – Mi sentivo abbastanza a mio agio anche se la vettura è come l’avevamo lasciata ad Abu Dhabi: abbiamo semplicemente inserito il carburante».

Il 23enne però ha dovuto fermare anticipatamente la monoposto per un problema alla power unit giapponese: «Abbiamo rotto il motore. Non so quanti chilometri avevamo su questa power unit ma tutti i team stanno utilizzando i propulsori del 2015».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio