DichiarazioniFormula 1

Formula 1 più green: 2024 addio…

Novità in arrivo nel Circus, che vedrà l’eliminazione di un accessorio diventato importante nel corso degli anni: le termocoperte

Addio alle termocoperte dalla stagione 2024. Il motivo? Va contro gli obiettivi climatici della Formula 1 e si pensa che sia uno spreco per i team

La Formula 1 continua a cambiare, e a ideare delle novità per il prossimo futuro con lo scopo di diventare sempre più green. Già da tempo era stata pensato di abolire le termocoperte, uno strumento diventato utile nel corso degli anni, in quanto permetteva di tenere in temperatura i pneumatici. Con la Formula 1 che si sta proiettando verso un futuro più ecosostenibile, e senza sprechi, l’idea di eliminare le termocoperte è diventato un obiettivo da concretizzare. I team, Pirelli e la FIA si dicono pronti ad affrontare questa novità che accadrà nel 2024.

Un cambiamento che avverrà in modo progressivo, come hanno ideato gli stessi team insieme a Pirelli e la FIA. Già nella stagione 2021, la temperatura massima all’interno delle termocoperte è stata ridotta di 100°C per le ruote anteriori, e di 80°C per i posteriori. Nel 2022, siamo arrivati a 70°C per tutte le quattro mescole. Da qui, con ogni probabilità ci saranno ulteriori diminuzioni delle temperatura, arrivando a toccare i 40° C e persino i 20°C.

Isola: “I piloti dovranno andare con calma all’inizio di ogni stint”

Mario Isola, responsabile della Pirelli ad Auto Motor und Sport, spiega il motivo per cui si è arrivati a pensare di procedere per fasi: “Se vuoi progettare senza termocoperte, devi progettare un pneumatico completamente nuovo. Non è sufficiente costruire delle nuove mescole con un’area di lavoro più grande”.

Le vetture di Formula 1 sono così veloci e generano forze talmente grandi, che le pressioni aumentano da dieci a 12 PSI, durante la guida. Questo modifica tutto il battistrada e la superfice di contatto del pneumatico,” ha aggiunto.

L’aumento della pressione, è due volte maggiore che in Formula 2. Visti gli alti carichi, non possiamo iniziare con 15 PSI in Formula 1. Dunque, i piloti dovranno andare con calma all’inizio di un stint e aumentare la temperatura degli pneumatici lentamente. Sicuramente, questo non serve in una gara. Pertanto, dobbiamo iniziare con 20 o 21 PSI. La pressione sale velocemente fino a 30 PSI,” ha poi aggiunto Isola.

Per il prossimo anno, si prevede che la temperatura scenda fino a 50°C sia per gli anteriori che i posteriori, secondo l’ultima rivelazione di Mario Isola: “Il prossimo anno, le temperature delle termocoperte continueranno a scendere fino a 50°C per tutti e quattro i pneumatici. Questo aumenterà la differenza di pressione all’interno degli stint. Forniamo dei piccoli passi, affinché nulla vada male, anche per quanto riguarda lo spettacolo. Quest’anno, i pneumatici stanno funzionando molto bene. Naturalmente, dovremmo andare avanti in questo modo, guardando a quando aboliremo del tutto le termocoperte”.

In dettaglio il piano che porterà a eliminare le termocoperte

  • Nel 2021: 100°C per la parte anteriore e 80°C per la posteriore
  • Nel 2022: 70°C sia per la parte anteriore che posteriore
  • Nel 2023: 50°C sia per la parte anteriore che posteriore
  • Nel 2024: divieto totale di utilizzare le termocoperte.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio