2018Formula 1

Formula 1 | Mercedes: Niki Lauda ricoverato in terapia intensiva

Assente ad Hockenheim e a Budapest, Niki Lauda è stato ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale di Vienna dopo un attacco influenzale, ma fortunatamente ora è fuori pericolo

Topics

Quarantadue anni fa in un grave incidente sull’ostico tracciato del Nurburgring rischiò di morire nel rogo della sua Ferrari. Quarantadue anni dopo, Niki Lauda, continua a girare il mondo a seguito del circus come presidente onorario della Mercedes. Ma da due settimane nel box della stella a tre punte manca l’inconfondibile cappellino rosso che contraddistingue il tre volte Campione del Mondo nei paddock di tutto il mondo. Un’assenza che ha destato preoccupazione e sgomento tra i vari appassionati di Formula 1. Ebbene è arrivata la notizia che durante una vacanza ad Ibiza, l’austriaco, sarebbe stato colpito da un attacco influenzale, le cui conseguenze avrebbero convinto i medici al trasferimento e al ricovero in terapia intensiva presso l’ospedale di Vienna.

Il peggio sembra essere passato, però, come riporta l’online austriaco oe24.at, secondo cui le condizioni dell’ex pilota di Ferrari, Brabham e McLaren sono in netto miglioramento e a breve ci potranno essere le dimissioni. La Mercedes pertanto si prepara a riabbracciare Niki Lauda già a Spa dove, salvo imprevisti, il sessantanovenne dovrebbe far rientro. La vicenda, fortunatamente, si è conclusa solo con un grande spavento da parte di appassionati e addetti ai lavori. Quarantadue anni dopo il terribile incidente del Nuburgring  la situazione clinica è nettamente migliore, nonostante questo, per Niki Lauda il primo agosto non è propriamente un giorno felice.

Gabriele Gramigna

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Altri articoli interessanti