2018Gran Premio Spagna

Formula 1 | Gp di Spagna, l’ordine di arrivo

Doppietta Mercedes sul circuito di Barcellona, davanti alla Red Bull di Max Verstappen; quarto Sebastian Vettel

Topics

The Hammer is back: Lewis Hamilton ha vinto la gara sul circuito di Spagna, dominandola dall’inizio alla fine e chiudendo con un vantaggio di oltre 20 secondi sul compagno di squadra Valtteri Bottas.

Dietro alla doppietta Mercedes, a quasi 27 secondi dal leader della corsa, ha chiuso in terza posizione Max Verstappen: nonostante l’ala anteriore danneggiata dopo un contatto con Lance Stroll, l’olandese della Red Bull è riuscito ad avere la meglio in uscita dai box e a tenere dietro Sebastian Vettel. Il tedesco della Ferrari, complice una strategia forse non troppo corretta, ha conquistato la quarta piazza, a 27 secondi da Hamilton.

Quinta posizione, invece, per Daniel Ricciardo, staccato di 50 secondi da Hamilton e l’ultimo pilota a non essere stato doppiato dal vincitore della gara. Dietro di lui, infatti, Kevin Magnussen, Carlos Sainz e Fernando Alonso, tutti e tre a un giro di distanza dall’inglese della Mercedes. A chiudere la top 10, poi, Sergio Perez  e Charles Leclerc, che nonostante il ritardo è riuscito a conquistare un punto per la sua Sauber.

A chiudere la classifica dei piloti giunti a fine gara, le due Williams di Lance Stroll  e Sergey Sirotkin, rispettivamente undicesimo e quattordicesimo; tra loro, la Toro Rosso di Brendon Hartley e la Sauber di Marcus Ericsson.

Male Romain Grosjean che in partenza ha colpito Nico Hulkenberg e Pierre Gasly, ponendo fine alla gara di entrambi. Ritirati anche Stoffel Vandoorne, apparentemente per un problema al motore, Esteban Ocon, fuori dalla gara per un problema alla power unit, e Kimi Raikkonen fuori dai giochi al venticinquesimo giro.

Qui la classifica finale:

Dal profilo Twitter della Formula 1.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti

Back to top button