2018Gran Premio Azerbaijan

Formula 1 | GP Azerbaijan 2018: l’ordine d’arrivo!

Eccovi l’ordine d’arrivo di un folle GP d’Azerbaijan, ricco di errori, incidenti e colpi di scena, che vede trionfante inaspettatamente Lewis Hamilton e Sebastian Vettel al quarto posto

Topics

Il Campione del Mondo in carica Lewis Hamilton ottiene inaspettatamente il suo primo successo stagionale a Baku per il Gran Premio d’Azerbaijan, aggiudicandosi il primo posto soltanto negli ultimi giri di una gara folle, ricca di errori, incidenti e colpi di scena che gli hanno permesso di vincere e di strappare a Sebastian Vettel il primo posto nella Classifica Piloti, con quattro punti di vantaggio. Alla partenza Sebastian Vettel non solo respinge l’attacco del britannico, ma riesce anche a tenerlo a distanza.

Valtteri Bottas azzecca la rischiosa strategia di ritardare il cambio gomme, infatti dopo il contatto tra le due Red Bull che ha costretto al ritiro entrambi, poi una prolungata Safety Car dovuta all’errore di Romain Grosjean che va dritto contro le barriere per cercare di scaldare le mescole, il finlandese della Mercedes riesce a tenere la prima posizione su Sebastian Vettel, grazie ad un cambio gomme last minute effettuato con l’ingresso della Safety Car. La vittoria per lui sembrava una formalità specialmente dopo la ripartenza, che relega il tedesco in quarta posizione, a causa di un errore di frenata alla prima curva, nel tentativo di sorpassarlo.

Ma una foratura rovina i piani trionfanti di Valtteri Bottas e lo costringe al ritiro, così Lewis Hamilton si trova in prima posizione, riuscendo ad imporsi davanti a Kimi Raikkonen che è risalito dalla sesta posizione, e Sergio Perez con la Force India. Ottimo sesto posto per la Sauber di Charles Leclerc. Di seguito ecco l’ordine d’arrivo, con solamente 14 piloti su 20 che hanno tagliato il traguardo:

1. Lewis Hamilton
2. Kimi Räikkönen
3. Sergio Perez
4. Sebastian Vettel
5. Carlos Sainz
6. Charles Leclerc
7.Fernando Alonso
8. Lance Stroll
9. Stoffel Vandoorne
10. Brendon Hartley
11. Marcus Ericsson
12. Pierre Gasly
13. Kevin Magnussen
14. Valtteri Bottas

Costretti al ritiro:
Romain Grosjean
Max Verstappen
Daniel Ricciardo
Nico Hulkenberg
Esteban Ocon
Sergey Sirotkin

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti