2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Austria

Formula 1 | Gasly: “Austria test importante per la power-unit Honda”

Gasly spera che in Austria possa rivelarsi il vero potenziale del motore Honda, a seguito dell’epilogo deludente in Canada e in Francia

Topics

Nelle ultime due gare (Canada e Francia) il bottino raccolto da parte della Toro Rosso è stato davvero scarso: 0 punti conquistati e sensazioni altalenanti per i due piloti. Nonostante ciò trapela un filo di ottimismo dal team di Faenza in quanto l’effettiva potenzialità del nuovo motore Honda sin ora non è mai stata testata.

La Honda, infatti, proprio in Canada ha proposto importanti aggiornamenti per quanto riguarda la power-unit, più in particolare modifiche sulla camera di combustione del propulsore termico che, secondo la casa giapponese,  avrebbero consentito un incremento di circa 27 cavalli.

Specialmente sul tracciato intestato a Gilles Villeneuve il nuovo motore ha portato però non pochi problemi dal punto di vista dell’affidabilità costringendo la Toro Rosso ad utilizzare la versione precedente sulla monoposto di Gasly in qualifica (salvo poi preferire l’ultima per la gara, con conseguente penalità). In entrambe le gare la macchina meglio piazzata in griglia di partenza è stata poi costretta al ritiro in seguito ad un incidente al via, dunque i dati a disposizione dei tecnici per giudicare il lavoro fatto dalla Honda sono ben pochi.

I recenti scarsi risultati però, come suggerisce Pierre Gasly in un intervista rilasciata a motorsport, sono frutto anche di un errato assetto della vettura dal punto di vista aerodinamico. “In Austria giungeranno alcune novità sul telaio, pertanto siamo fiduciosi di avere risposte importanti riguardo la performance del motore, che speriamo siano in linea con le aspettative” dichiara lo stesso pilota francese, sottolineando che proprio sulle strade del Red Bull Ring con ogni probabilità vedremo la miglior versione stagionale della sua STR13.

A tenere d’occhio le prestazioni della Toro Rosso e principalmente della nuova power-unit ci sarà certamente anche la Red Bull, che, sul tracciato di casa, vorrà stimare l’evoluzione apportata dalla Honda, con la quale è fresca di accordo per le prossime due stagioni.

Topics
Pubblicità

Giovanni Squame

Ho 23 anni, laureato in ingegneria meccanica e appassionato sin da piccolo di F1. Sono nato con le imprese di Schumi e della Rossa. Entrare a far parte di questo mondo è sempre stato un mio sogno.

Altri articoli interessanti