2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Formula 1 | Carlos Sainz: “Force India è una minaccia per il quarto posto della Renault”

Il pilota della Renault è convinto che nonostante le difficoltà incontrate durante la prima metà della stagione, la Force India sia una minaccia per il quarto posto nel Mondiale Costruttori

Topics

Mancano sei appuntamenti alla fine del Mondiale 2018 e la lotta si fa sempre più intensa, non solo tra Ferrari e Mercedes. Carlos Sainz, infatti, ritiene che la battaglia per il quarto posto nel Mondiale Costruttori sia ancora aperta e veda coinvolti la Renault e la Racing Point Force India.

Attualmente, la Renault vanta 91 punti all’attivo, mentre quelli della Force India sono stati azzerati dopo il passaggio di proprietà e il cambio del nome della scuderia.

Nonostante questo incidente di percorso, la scuderia inglese ha già recuperato 32 punti e Sainz ha dichiarato in un’intervista per Autosport che se non fosse stato per l’incidente che l’ha vista protagonista durante l’ultimo Gran Premio, la Force India sarebbe tranquillamente stata in grado di essere superiore alla Renault in termini di prestazioni.

Dobbiamo essere molto attenti con la Force India. Sappiamo che nella seconda metà della stagione hanno sempre cominciato a rianimarsi e lo hanno dimostrato ancora una volta, avendo un po’ più di soldi e tutto il resto”.

Dopo i problemi finanziari riscontrati a inizio stagione e l’acquisizione del team da parte di Lawrence Stroll, la Force India ha saputo riprendersi ed è stata in grado di iniziare a introdurre dei miglioramenti per incrementare le prestazioni delle due monoposto.

Questo ha fatto sì che, nonostante il problema riscontrato poi in gara, durante il weekend di Singapore i due piloti Force India si siano imposti su quelli Renault, team che invece ha seguito un percorso di sviluppo diverso.

La scuderia francese, infatti, ha già deciso di concentrarsi sulla prossima stagione, per cui saranno pochi o addirittura nulli gli aggiornamento portati in pista dal team durante i prossimi Gran Premi.

Sappiamo che la nostra vettura è forte nelle curve a bassa velocità. Abbiamo molta aderenza e carico a bassa velocità, ma sappiamo che il nostro giro sui cordoli non è comparabile con quello degli altri team. Continuiamo a lavorare, ma probabilmente è il nostro punto debole”.

A questo, ha aggiunto Sainz, si somma anche il problema legato al motore, non ancora sviluppato al massimo della sua potenza. Delle problematiche, queste, che però non demoralizzano né Sainz né il team Renault, deciso a difendere con le unghie e con i denti il quarto posto nel Mondiale.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti