Curiosità dalla F1Gran Premio Gran Bretagna

Ferrari, Arrivabene: «Abbandonare lo sviluppo sulla SF15-T sarebbe un errore»

L’ultimo Gran Premio di Gran Bretagna ha regalato ai tifosi, quello che ci piace definire come un dato di fatto. Se la Mercedes si è resa protagonista ancora di una gara senza errori, sicuramente la monoposto più forte della stagione sotto ogni punto di vista, la Ferrari si è vista di fatto insignire del titolo di terza forza del Mondiale. A dirlo, nel post gara, è stato lo stesso Team Principal della Rossa, Maurizio Arrivabene, che ha sottolineato come se non fosse stato per la pioggia il Cavallino Rampante non avrebbe chiuso la gara di Silverstone sul podio. La Williams è la nuova anti-Mercedes e, se il team di Grove, avesse avuto più coraggio nelle scelte strategiche, sicuramente la FW37 sarebbe stata davanti alla SF15-T a fine corsa.

La stampa italiana ha iniziato a incalzare il Cavallino Rampante per una ripresa ed evitare ciò che è accaduto negli ultimi anni. Erano parecchie stagioni che la Ferrari non iniziava così bene un campionato e, quando sembrava chiaro che nessuno avrebbe potuto strapparle il titolo di vice-campione del Mondo, i tecnici della Rossa sono stati nuovamente assorbiti dai fantasmi degli anni passati: nonostante una monoposto competitiva, dalla factory di Maranello non riescono a uscire aggiornamenti capaci di tenere il passo degli avversari: «Abbiamo un problema e dobbiamo analizzarlo. Rispetto ad altre piste, la nostra macchina era parecchio lenta in rettilineo e anche in curva – ha commentato il Team Principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene – Sfortunatamente anche a Spa e a Suzuka potremmo avere situazioni similari a quella alla quale abbiamo assistito a Silverstone. Dobbiamo lavorare in ogni area non ci sono scuse. Nell’ultimo GP la Williams ha portato in pista una vettura straordinaria e non possiamo permetterci che possano diventare i nostri avversari per la seconda parte del 2015. La nostra spina nel fianco deve continuare a essere la Mercedes».

Nonostante il potenziale mostrato a Silverstone e l’evidente incapacità di lottare per l’iride, secondo Arrivabene, l’idea di stoppare anticipatamente gli sviluppi sulla SF15-T non è in programma: «Personalmente abbandonare il progetto 2015 sarebbe un grosso errore. La vettura 2016 e quella attuale sono complementari – ha continuato – Smettere di lavorare sulla SF15-T significherebbe perdere molti dati importanti».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio