Curiosità dalla F1Dichiarazioni

Fernando Alonso: «Ci stiamo muovendo nella direzione giusta»

Sono trascorse otto gare dall’inizio del Mondiale di Formula 1 e dall’inizio dell’avventura del progetto McLaren Honda. Il riscontro in risultati è abbastanza deludente: gli unici punti che il team di Woking è riuscito a portare a casa sono i quattro punti ottenuti da Jenson Button in occasione del Gran Premio di Monaco mentre Fernando Alonso è da quattro gare che non riesce a vedere la bandiera a scacchi a causa di problemi di affidabilità o, come avvenuto in Austria, per coinvolgimenti in incidenti.

Proprio in occasione del fine settimana appena trascorso al Red Bull Ring, la coppia di piloti della McLaren si è vista penalizzare di 25 posizioni cadauno, scontate in griglia di partenza e con supplementare aggiunta di secondi di penalità, per la decisione di cambiare i motori sulle MP4-30 di Alonso e Button. Nonostante la situazione poco incoraggiante in McLaren non si danno per vinto e proseguono a lavorare duramente in vista della seconda parte della stagione. Durante il fine settimana del Gran Premio d’Austria, Fernando Alonso aveva a sua disposizione il nuovo pacchetto di aggiornamenti che la McLaren ha portato in pista per l’appuntamento di Spielberg ma che, a causa dello scontro con Raikkonen non è riuscito a sfruttare a pieno regime. Tuttavia il due volta Campione del Mondo è ottimista: «Stiamo lavorando nella giusta direzione. Chi lavora nel team sa benissimo dove eravamo e del grande progresso che c’è stato da inizio stagione. Conosciamo i piani per il prossimo futuro e siamo ottimisti su come potrebbero proseguire le cose perché in Formula 1 tutto gira molto velocemente – ha commentato l’ovietense – Non so se ci vorranno due o sei gare, ma non di più».

Questo vuol dire che la data ultima del recupero della McLaren è rappresentato dal GP del Giappone, che si disputerà il prossimo 27 settembre: «Credo che si tratta tranquillamente di lavoro di squadra – ha continuato – È logico che le aspettative sulla McLaren-Honda siano superiori rispetto a quello che abbiamo visto fino ad ora».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio