Gran Premio Austria

F1| GP Austria 2016- Qualifiche: pole di Hamilton, domani Hulkenberg e Button partiranno 2° e 3°

Terminano le qualifiche del GP Austria tra le Alpi della Stiria, dominate da imprevisti e penalità. La pole è stata conquistata da Lewis Hamilton, affiancato sulla griglia da un collega che non vede spesso da vicino: Nico Hulkenberg. Sensazionale Jenson Button, 3° che scatterà dalla seconda fila a fianco di Kimi Raikkonen.

Il Q1 è iniziato con i meccanici in Mercedes ancora in azione sulla monoposto di Nico Rosberg, da riparare e controllare dopo il crash a fine FP3 dovuto a un cedimento della sospensione posteriore sinistra. E’ stato subito Hamilton, con l’inglese che al suo primo giro ha stampato su UltraSoft un crono che è un secondo più veloce del record della pista appartenente a Rubens Barrichello. Miracolo Mercedes nel box 6: Nico Rosberg a 9 minuti dalla bandiera a scacchi è riuscito a portare in pista la macchina e ha chiuso il Q1 in testa, mentre i cedimenti alle sospensioni si sono rimanifestati con Perez.

L’eliminatoria è stata interrotta a seguito di un incidente di cui è stato protagonista Daniil Kvyat nel 3° settore. Il pilota russo sta bene e la causa dell’incidente è ancora una volta la rottura della sospensione posteriore nel momento del transito sui nuovi, pericolosi cordoli posti per l’arrivo della MotoGP. Una manciata di secondi prima della bandiera rossa Pascal Wehrlein si è collocato 9°, per la prima volta nel Q2, andando a dimostrare la rapidità con cui la pista migliora e si evolve sotto un cielo coperto che minacciava rovesci. Dopo la bandiera rossa solo 95 secondi per salvarsi e non ha tardato a fermare la Toro Rosso la rottura del motore per Carlos Sainz. In pochi hanno segnato un tempo migliore rispetto al precedente e si è salvato in corner Fernando Alonso, che era scivolato in P16.

Tra i qualificati per il Q2 c’erano Sainz e Perez, per i quali però la sessione era già terminata. I primi eliminati: 17 Magnussen, 18 Palmer, 19 Haryanto, 20 Kvyat, 21 Ericsson, 22 Nasr. 

Le percentuali delle probabilità di pioggia sono aumentate nel Q2, mentre le due Ferrari con un azzardo strategico condiviso da Daniel Ricciardo hanno segnato i tempi con le SuperSoft. A 5 minuti dal termine, con l’arrivo della pioggia, anche le Mercedes hanno montato gli pneumatici a banda rossa, senza migliorarsi. Domani le Ferrari e le Mercedes partiranno con mescole differenti. Nelle retrovie grande risultato di Pascal Wehrlein, 12°, seppur non qualificato e arriva invece il primo Q3 per Jenson Button. Gli eliminati: 11 Gutierrez, 12 Wehrlein, 13 Grosjean, 14 Alonso, 15 Sainz (no time), 16 Perez (no time).

Il Q3 è iniziato con gomme intermedie, per tratti di pista bagnata e altri su cui splendeva il sole. Si sono susseguite numerose pole position provvisorie, in cui è emerso Jenson Button nella prima parte della sessione. La pista è andata asciugandosi rapidamente e i piloti hanno montato le UltraSoft. Clamoroso finale di qualifica con la pole di Hamilton, Rosberg 2° ma con la penalità partirà 7°,  3° che partirà 2° un incredibile Hulkenberg e impressionante Jenson Button 5° ma guadagna 2 posizioni e partirà terzo. Quarto Kimi Raikkonen, sempre beneficiando di questa confusione sulla griglia, mentre Vettel partirà 9°.

Ecco i tempi:

 

 

 

 

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button