Rosberg e Hamilton rispondono a Wolff: “Nessun intervento, la nostra rivalità è naturale”

Dopo il GP finale di Abu Dhabi, Toto Wolff aveva “avvertito” i suoi riguardo la prossima stagione: niente più screzi tra i due piloti o il team avrebbe agito di conseguenza. A due settimane di distanza: Hamilton, Rosberg e il Team Principal, si sono ritrovati a Stoccarda in occasione del’evento “Stars&Cars”, organizzato dalla Mercedes per celebrare l’anno più proficuo di sempre; stando alle dichiarazioni, i due sembrano aver recepito il messaggio del loro Boss.

Credo che Nico e Lewis abbiamo capito il senso di quelle parole” ha detto Wolff, “Lo spirito del team è essenziale, è una delle ragioni che ci hanno portato al punto in cui ci troviamo adesso.

L’ostilità – ha continuato – se casomai fosse presente all’interno del team, non farebbe altro che distruggere quello che abbiamo creato”.

Anche le due parti prese in causa hanno voluto tranquillizzare Wolff, affermando che non c’è alcun motivo per intervenire sulle linee guida.

Spero che Toto arrivi alla conclusione che le cose stanno bene così come sono, è tutto quello che posso dire” ha dichiarato Rosberg.

Ti ringrazio per come hai gestito la cosa, dall’inizio… vedo che hai qualche capello bianco in più e forse è merito nostro” ha aggiunto il tedesco, rivolgendosi a Toto Wolff.

Poi la parola è passata ad Hamilton: “Sono pienamente d’accordo con Toto. Credo che la nostra rivalità non sia stata negativa, anzi, è del tutto naturale”.

Vogliamo che in ogni ambiente l’atmosfera rimanga forte perché siamo una squadra che vince – ha spiegato l’inglese- Non c’è niente che non possiamo fare insieme, abbiamo sempre comunicato tra di noi e abbiamo sempre analizzato e corretto i nostri errori.” ha terminato Hamilton.

Dopodiché, Wolff ha voluto ribadire la filosofia del team, ovvero quella di non intervenire nella competizione in pista.

Non abbiamo mai voluto porre dei limiti, è stata la nostra filosofia fin dal primo momento in cui abbiamo scelto questi due piloti, entrambi capaci di vincere un mondiale.” ha affermato il Team Principal.

Se guardiamo indietro, nessun team è mai riuscito a resistere più di un anno con questo tipo di set-up, con una rivalità così forte. L’importante è far sì che la competizione non esca dai confini della pista e sia causa di controversie all’interno dei box. Siamo un team e andiamo avanti insieme.” ha concluso Wolff.

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio