Gran Premio Singapore

GP Singapore: parlano i Team Principal

Alla conferenza stampa riservata ai Team Principal hanno preso parte: John Booth (Marussia) Monisha Kaltenborn (Sauber), Franz Tost (Toro Rosso), Claire Williams (Williams) e Toto Wolff (Mercedes).
E’ stato Toto Wolff ha rompere il ghiaccio:

Non siamo soddisfatti della performance di oggi. Non siamo riusciti a far lavorare le gomme nella maniera ideale, la RedBull ha fatto dei giri incredibili. Dobbiamo fermarci un attimo e riflettere”.

Riguardo all’idea della F1 Commission di approvare l’utilizzo dei motori dell’anno precedente:
Personalmente non sono un fan, come credo nessuno qui dentro, non vogliamo competitori divisi in due classi. Ma se puoi trovare un motore ad un prezzo più basso per poterlo utilizzare di più a un livello minore, bhé devi poter scegliere”. Afferma Wolff.

Dura invece Monisha Kaltenborn:
Non credo che questa opzione dovrebbe esistere, vogliamo creare armonia e non macchine di serie A e B. Preferirei ritirarmi piuttosto che seguire questa strada.” Poi la Kaltenborn aggiunge
Se c’è una cosa su cui sono favorele di certo è il tetto massimo sui costi dei motori.

Altra situazione alla Williams, Claire si dice “orgogliosa del progresso del team, dopo gli errori passati abbiamo imparato ad identificare alcuni problemi. L’anno scorso a questo punto eravamo terzi nel campionato costruttori, oggi quarti ma siamo molto vicini alla Ferrari, raggiungerli e superarli è uno dei nostri punti in agenda, in più abbiamo guadagnato sulla RedBull. ” e poi riguardo a cosa si aspetta per il 2016, la Williams afferma Una macchina più veloce, certamente. Pat e il suo team stanno facendo un grande lavoro con le risorse a disposizione. Dobbiamo cercare di migliorarci dal punto di vista commerciale così da poter avere un budget più alto da mettere a disposizione.”

John Booth descrive come “positivo” il primo giorni di Rossi al volante della Manor.

Si è trattato anche il tema della galleria del vento, tutti i team principal si sono detti favorevoli al loro utilizzo, in quanto fino ad oggi ha apportato innovamenti importanti e non si devono dimenticare tutti gli investimenti effettuati dai vari team per la costruzione.

Infine, Franz Tost invece affronta la questione dei fornitori RedBull-Renault.

Se la Renault non ci fornisce più ovviamente dovremmo cambiare, la voci continuano a girare ma ancora non so chi sarò il fornitore per la prossima stagione. Per adesso abbiamo aperti dei dialoghi e spero che si arrivi presto ad una soluzione.” Poi il Team principal della Toro Rosso viene interpellato sul tema dell’età dei piloti:
Come sappiamo la Fia ha cambiato i regolamenti, adesso devi avere 18 anni per correre in F1. Penso che non abbia senso, oggi un ragazzo corre su una monoposto a 15 anni e si sa che se è forte prima o poi finirà in F1. Ci sono molti ragazzi giovani molto più veloci dei veterani, non è una decisione che spetta alla FIA, ma riguarda le qualità del pilota. In ogni caso, vista la decisione sono molto più che contento di aver preso in tempo Max Verstappen.”

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button