2018

Formula 1 | Stop alle penalità in griglia dal 2021?

Brawn ha definito una farsa le retrocessioni sulla griglia e spera di abolirle per il 2021, quando entrerà in vigore il nuovo regolamento. E qualche idea c’è già

Topics

Alzi la mano chi ha mai gradito le penalità in griglia, capaci di condizionare la stagione di un pilota anche per colpe non a lui attribuibili. Le ragioni che impongono ad un pilota di subire sanzioni nello schieramento sono assai numerose: in certi casi, le sanzioni vengono inflitte per colpa dello stesso pilota (ad esempio per manovre scorrette compiute in gara o in prova), ma in altri per ragioni non a lui direttamente correlate, come l’aver oltrepassato il numero massimo di power unit utilizzabili in una stagione o l’aver sostituito il cambio.

Ross Brawn non ha mai gradito questa eccessiva severità e il numero troppo elevato di casi in cui ad un pilota viene imposta una sanzione in griglia, tanto che è arrivato a definirla “una farsa”. Per questo, Brawn spera che, con la revisione delle norme sportive prevista per il 2021, venga radicalmente riscritta di sana pianta anche la normativa in merito alle grid penalties.

A motorsport.com, Charlie Whiting ha rincarato la dose, dicendo che “sarebbe opportuno sbarazzarci di ogni tipo di penalità in griglia ed è in quest’ottica che stiamo lavorando nel redigere le regole del 2021”. Questo, a detta di Whiting, comporterebbe però la revisione di altre regole, come quella sulla scatola del cambio. Attualmente, la scatola del cambio singola deve durare per sei Gran Premi consecutivi, pena una retrocessione in griglia nel caso essa manifesti problemi e debba pertanto essere sostituita. La regola è stata voluta per ridurre i costi, ma col risultato che la sostituzione del cambio è diventata una causa troppo frequente delle retrocessioni dei piloti sulla griglia di partenza.

Per Whiting la soluzione ci sarebbe: offrire ad ogni pilota un range massimo di tre scatole del cambio a stagione, che ogni squadra decide quando usare. Non più, dunque, una scatola del cambio che deve durare per sei GP e poi essere cambiata, ma tre scatole del cambio che si possono impiegare anche a rotazione. Sarebbe già un buon modo per evitare di mietere vittime in termini di retrocessioni in griglia per avere sostituito il cambio.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti