Formula 1 | La FIA preoccupata per via dei pezzi persi dalla Haas in Bahrain

Durante la gara di domenica, la monoposto di Grosjean è stata protagonista della perdita di alcuni pezzi, situazione definita da Charlie Whiting come “potenzialmente pericolosa”

Forse non tutti avranno notato quanto accaduto durante il Gran Premio del Bahrain alla monoposto di Romain Grosjean, ma di certo questo non è scappato all’occhio attento di Charlie Whiting, definendo la situazione come potenzialmente pericolosa.

Durante la gara, la vettura del pilota francese ha perso alcuni pezzi dalla carrozzeria della monoposto che sono stati sparsi sul tracciato del circuito e alcuni di questi hanno costretto Grosjean ai box per una terza sosta, proprio per rimuovere del materiale incastratosi nelle bocchette laterali della sua Haas.

Come riportato da Motorsport.com, Whiting ha descritto quanto accaduto come un pericolo anche per gli altri piloti, dato che un contatto con la monoposto di Grosjean avrebbe potuto compromettere ulteriormente la situazione e disintegrare gradualmente la carrozzeria.

“Un pezzo per fortuna è finito sull’erba, ma altri due elementi sono volati via e l’ultimo è stato tolto grazie a un pit stop, ma tutto questo non è sufficiente. Dobbiamo assicurarci che queste parti siano ben collegate fra di loro, perché ce ne sono così tante! Alcune parti anche se non sono molto grandi, potrebbero causare molti danni.

Nonostante la delusione, quindi, Whiting ha anche dichiarato di essere deciso a fare in modo che cose come questa vengano controllate con maggiore accuratezza, per evitare di mettere a rischio la competizione dei piloti.

Dal canto suo, il boss della Haas Gunther Steiner ha dichiarato che quanto accaduto ha compromesso a tal punto l’aerodinamica della monoposto da renderla quasi impossibile da bilanciare; tuttavia, nonostante la consapevolezza delle difficoltà incontrate, Steiner ha ammesso di non essere ancora del tutto certo della causa del problema.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close