2018

Formula 1 | Bottas: “Nel 2017 ero abbastanza confuso”

Il finlandese della Mercedes ammette di puntare in alto nel 2018, grazie all’esperienza maturata nei momenti difficili della scorsa stagione

Topics

Il 2018 sarà la seconda stagione in Mercedes per Valtteri Bottas. Il finlandese ammette di aver imparato tanto dal 2017, tra gioie e momenti di confusione.

“Mi sono riposato e allenato bene questo inverno, ci voleva dopo una stagione lunga, intensa e
difficile per me”,ha dichiarato Bottas, “sono pronto per affrontare il prossimo campionato. Rispetto al
2017 ho seguito sin dall’inizio la progettazione della Mercedes W09 e non vedo l’ora di guidarla. Si ripartirà da zero come ogni anno, con tanti avversari che vorranno batterci. Il nostro obiettivo è
confermarci in vetta alle classifiche come avvenuto nelle ultime stagioni”. A cosa punta il finlandese? Non lo dice apertamente ma si parla chiaramente di titolo mondiale:  “Ho un obiettivo, tutti sanno qual è. Ho imparato tanto in cinque anni di F1, nel 2017 soprattutto, è normale avere ambizioni”.

 

Il 2017 è stato difficile per Bottas, soprattutto mentalmente: “Dopo aver lottato parecchio per un paio di gare, non è stato facile mentalmente perché all’inizio ero abbastanza confuso. Di sicuro inizi anche a dubitare di quello che stai facendo, poi anche quando devi cambiare alcune cose del tuo stile di guida e devi adattarti a molte cose diverse improvvisamente ti rendi conto che non è così semplice”, analizza.

“Ho imparato dalle gare difficili quindi penso di essere un pilota molto migliore,  ad esempio a Spa, in Malesia o in Giappone”. Certo il confronto con Hamilton non è stato facile:Quello che Lewis ha fatto meglio di me, penso sia dovuto principalmente all’esperienza“, ha detto Bottas, riconoscendo di avere uno stile di guida differente a quello dell’inglese.

“Ho sempre saputo che ha davvero talento, ed è sempre veloce in ogni circostanza, si siede in macchina ed è subito molto veloce”, ha detto ancora a proposito di Hamilton.

“Ma anche questo deriva dal duro lavoro, Lewis lavora duro con la squadra”, conclude.

Topics
Continua la lettura

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Aspetta! C'è dell'altro!