2018

Formula 1 | Adrian Newey sostituito da Pierre Waché

Adrian Newey lascia la direzione tecnica della Red Bull, lasciando così il suo posto a Pierre Waché, che a riguardo ha affermato che dimostrerà di meritare di rivestire tale ruolo

Topics

Dopo diversi anni in cui Adrian Newey ha unito il suo lavoro di direttore tecnico della Red Bull con lo sviluppo dell’Aston Martin Valkyrie, questa stagione farà un passo indietro lasciando il suo posto a Pierre Waché. Negli ultimi anni, Adrian Newey ha comandato un team tecnico composto da Rob Marshall, Paul Monagan e Pierre Waché. Secondo il quotidiano L’Equipe, sarà l’ingegnere francese ad agire come punta di diamante nel campo tecnico con effetto immediato. Pertanto, sostituire uno dei migliori aerodinamici della storia della Formula 1 è una grande ambizione per il futuro.

“So cosa rappresenta ottenere una posizione del genere ed il rischio che corro. Non direi che mi spaventa, ma conosco ciò che impone rivestire una carica di questo tipo. Voglio dimostrare che sono capace di farlo”, ha così affermato Pierre Waché. È stato lo stesso Adrian Newey a proporlo come suo successore, secondo lo stesso Pierre Waché. Per quanto riguarda i suoi obiettivi futuri, cercherà di ottimizzare le prestazioni delle mescole. “È venuto a cercarmi, mi ha chiamato. Non cambierò tutto, ma agirò diversamente. Adrian Newey ha lavorato di più sull’aerodinamica, ma anche gli pneumatici hanno la loro complessità. Mi affascinano”, ha dichiarato per concludere.

Tra le conquiste sotto la guida dell’ingegnere britannico ci sono i quattro titoli consecutivi di Sebastian Vettel tra il 2010 e il 2013. Pierre Waché proverà a costruire un futuro prospero per il marchio di bevande energetiche, anche se sembra complicato nell’attuale era ibrida, dominata dall’infinita supremazia dalle frecce d’argento.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti