Carlos Sainz JR in cattedra all'Università: «Posso battere Max Verstappen»

formula-1-carlos-sainz-jr-batterò-max-verstappen-001

Nel momento in cui la Red Bull ha annunciato che Max Verstappen entrava a pieno diritto nello Junior Team, non deve essersela passata bene Carlos Sainz JR, fino a quel momento pilota di punta dell’accademia dei giovani piloti che, vedendo l’arrivo dell’olandese e la sua immediata promozione a titolare in Toro Rosso, ha visto allontanarsi il sogno della Formula 1. In base alle premesse, l’iberico è partito svantaggiato rispetto all’olandese, dato per certo come primo pilota assoluto della scuderia faentina, anche se, la pista, sta rivelando tutt’altra verità.

«Si dice che Verstappen possa essere il nuovo Senna, ma al giorno d’oggi, con tutta questa tecnologia è davvero difficile valutare le reali qualità di un pilota – ha commentato Sainz JR davanti agli studenti di Ingegneria dell’Università di Roma Tre – In termini di guida, un pilota può compararsi solo col suo compagno di squadra. Max è molto forte, è vero che i giornalisti parlano più di lui che di me, ma ho fiducia nelle mie possibilità e so che posso batterlo». Nonostante la rivalità in pista, fino ad ora in Toro Rosso l’atmosfera è molto rilassata e i due rookie vanno molto d’accordo: «Lavoro molto bene con Carlos, e ora come ora, questa è la cosa più importante per migliorare assieme la vettura», ha sottolineato Verstappen in occasione di una sua visita a Zandvoort questa settimana.

Ma la cosa più importante è portare la Toro Rosso più avanti possibile nella classifica Costruttori. Battere laRed Bull sarà difficile, ma nulla impossibile: «Loro hanno un budget di 400 milioni di euro, noi di 100 – ha continuato Sainz JR – Spesso, le prime gare della stagione, non sono veramente indicative su quello che potrebbe accadere in seguito. Il nostro obiettivo, comunque, è il quinto posto nel Mondiale Costruttori».

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio