Formula 1 2015, Fernando Alonso: «Sono felice in McLaren»

Il Campionato del Mondo di Formula 1 2015, si è concluso lo scorso weekend con il Gp di Abu Dhabi, e Fernando Alonso può tirare un sospiro di sollievo dopo un anno davvero pessimo, senza soddisfazioni, faticando molto al volante della MP4-30, la McLaren Honda per niente competitiva.

Un anno fa lo Fernando Alonso si separava dalla Ferrari dopo 5 stagioni di collaborazione, e firmava con la scuderia di Woking, sperando di ottenere dei buoni risultati, ma ciò non è successo quest’anno, lo stesso spagnolo ha sempre dichiarato di non essersi pentito malgrado poi si è visto una Ferrari in ripresa durante l’intera stagione 2015 candidandosi come rivale della Mercedes per la prossima stagione.

Intervistato da Autosprint, il pilota asturiano ha spiegato gli aspetti positivi che lo hanno colpito, evitando di raccontare le difficoltà che ha incontrato durante la stagione: «Professionalmente mi ha sorpreso l’unione della squadra, l’armonia nei momenti e nelle circostanze difficili. Lavorare con persone con tale disciplina è stato impressionante. E si imparano delle cose: la virtù della pazienza, l’unità, noi tutti vogliamo la stessa cosa e dobbiamo fare un lavoro extra per ridurre al minimo il tempo di dolore e frustrazione. Ma l’anno scorso ero più frustrato ancora».

È evidente il riferimento di Fernando Alonso al periodo passato in Ferrari, durante il quale provava insoddisfazione nell’arrivare secondo, specialmente l’ultimo anno quando si è rivelata disastrosa e ciò lo ha spinto a decidere di lasciare Maranello per tornare a Woking, dove dice di essere felice: «Sono contento perché ho un lavoro che mi riempie, mi eccita, mi fa alzare ogni mattina con la speranza e un obiettivo, qualcosa che avevo perso negli ultimi anni per la monotonia di vedere un ambiente senza la scintilla per cercare di vincere».

Lo spagnolo però non si sente preoccupato perché non vince in questo momento e lo fa esponendo un suo pensiero a riguardo: «Se non hai vinto mai non si può essere felici, ma se sei riuscito a vincere e aver realizzato il tuo sogno, questo è già una grande motivazione perché essere campione del mondo in tutte le specialità è tutto per un atleta. Ma se non si può ripetere, c’è felicità in altri luoghi o cose, ci sono altri sogni».

È un Fernando Alonso comunque fiducioso per il futuro ed è certo che la McLaren, grazie al motore turbo Honda, tornerà ad essere competitiva e potrà dire la sua, battagliando con Mercedes e Ferrari. In conclusione, gli viene fatta una domanda, se sarà di nuovo campione, l’asturiano risponde: «Sicuramente sì».

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio