Rio Haryanto

Rio Haryanto

Nato a: Surakarta (Indonesia)
Il: 22 Gennaio 1993
Debutto: Australia 2016

Haryanto iniziò la sua carriera monoposto nel suo continente natio, l’Asia, correndo in tre serie diverse 2008: la Formula Renault asiatica, la Formula Asia 2.0 e la Formula BMW Pacific. Fu più competitivo nella Formula Asia 2.0, vincendo due gare e finendo 3º in campionato dietro ai piloti europei Felix Rosenqvist e Matthias Beche.

Nel 2009 corse ancora in diversi campionati, tra i quali il Campionato dei Piloti Australiano e di nuovo nella Formula Renault asiatica. Il suo punto più alto, comunque, lo raggiunse nella Formula BMW Pacific, categoria che dominò con undici vittorie su quindici gare (nonostante alcune di queste gare furono vinte da piloti invitati, che quindi non partecipavano al campionato), guidando per la squadra malese Meritus. Il suo rendimento nelle quattro gare di casa, a Sentul, fu perfetto: ottenne la vittoria, la pole e il giro veloce in tutte. Partecipò anche ad una gara della Formula BMW europea, dove lui stesso fu ospite.

Haryanto passò poi ad un livello maggiore emigrando in Europa per correre a tempo pieno nella GP3 Series 2010 unendosi al team Manor Racing, squadra junior di quella della Formula Uno. I suoi tre compagni durante la stagione furono James Jakes, Adrien Tambay e Adrian Quaife-Hobbs. Con un’impressionante prima stagione a questo livello, vinse una gara a Istanbul Park ed ottenne due piazzamenti sul podio, utili per concludere al 5º posto il campionato piloti, il migliore della sua squadra. Fu una delle sorprese della stagione. Rimase con la squadra per la GP3 Series 2011, ora ribattezzata Marussia Manor Racing, affiancato da Quaife-Hobbs e Matias Laine. Nonostante il suo miglioramento nel numero delle vittorie, passato a due (al Nürburgring e all’Hungaroring), la sua incostanza lo portò a sette gare senza segnare punti all’inizio dell’anno e ciò lo relegò al settimo posto in campionato, dietro Quaife-Hobbs. Entrambe le vittorie arrivarono in condizioni di pioggia, cosa che gli diede la reputazione di pilota specialista del bagnato.

In aggiunta ai suoi risultati in GP3, Haryanto guidò anche per la DAMS in Auto GP 2011, partecipando a tutti i round del campionato tranne uno poiché coincideva con una gara di GP3. Guidando affiancato da Sergey Afanasyev e dal compagno part-time Tambay, vinse al Ricardo Tormo di Valencia e finì 7° in campionato. I risultati ottenuti da Haryanto, Afanasyev, Tambay e dal sostituto dell’indonesiano, Kevin Korjus, furono sufficienti alla DAMS per fare suo il titolo costruttori.

Haryanto fece il suo debutto in GP2 Series con la DAMS nelle Finali GP2 Series 2011 a Yas Marina. Ottenne la possibilità di correre a tempo pieno nella main series nel GP2 Series 2012 con la Carlin, il cui sponsor principale era proprio la Marussia, dove il suo partner era Max Chilton. Fu il primo pilota indonesiano a competere a certi livelli nel motorsport sin dai tempi di Ananda Mikola, che corse in Formula 3000 nel 2000 e 2001. Alla sua prima stagione in GP2, Haryanto si assicurò un giro più veloe e una pole position. A Spa, sotto la pioggia, confermò la sua reputazione di specialista sul bagnato. Inoltre con un 5º posto in gara-1 a Valencia si assicurò il 14º posto in campionato a fine stagione.

Nel 2013 si accasa alla Barwa Addax, insieme a Jake Rosenzweig.

Haryanto è collegato alla Virgin/Marussia di Formula 1 sin dalla prima stagione di GP3 con la Manor nel 2010, avendo corso per il loro team junior. Nell’autunno dello stesso anno, vinse la possibilità di provare la Virgin per aver concluso il campionato come pilota meglio posizionato della Manor nella classifica finale. Provò la Virgin a Yas Marina il 16 novembre. Ebbe problemi al cambio che lo costrinsero a segnare il tempo più lento dei trecici giovani che correvano nella sessione della mattina. Non ricevette il test premio nel 2011 perché il compagno Adrian Quaife-Hobbs lo batté in classifica in quell’occasione.

Haryanto e il suo compagno in GP2 Series 2012 guidarono per Marussia nella prima parte dei test per giovani piloti nello stesso anno, tenuta però stavolta a Silverstone. Correndo per due giorni, RIo completò trecento chilometri nei test, soddisfando una delle condizioni per ottenere la Superlicenza FIA e diventando il primo indonesiano ad ottenerne una.[10]

Il 1º dicembre 2015 corre per la Manor i test riservati agli pneumatici Pirelli in ottica 2016, affiancando il britannico Jordan King.

Il 18 febbraio 2016 la Manor ufficializza Haryanto come pilota per la stagione 2016 al fianco di Pascal Wehrlein. L’indonesiano, dopo mesi di trattative, è riuscito a trovare i finanziamenti necessari. Haryanto è il primo pilota indonesiano a correre nel mondiale di F1.

Fonte: Wikipedia