Jenson Button

Jenson Button

McLaren Mercedes
 

mclaren_2014Nato a: Frome (Gran Bretagna)
Il: 18 gennaio 1980
Debutto: Australia 2000

A otto anni inizia a correre nei karting ,nel 1991 vince tutte le gare del campionato cadetto e anche il titolo; continua a vincere e nel 1997 conquista il titolo europeo del campionato Super A.
L’anno dopo passa alla Formula Ford e partecipa ai campionati inglese ed europeo.Nel 1999 passa alla F3 inglese dove giunge terzo nel campionato.
Nel 2000 dopo i test invernali su McLaren e Prost, viene assunto, come sostituto di Alex Zanardi, alla Williams;l’esordio in F1 avviene al Gran Premio d’Australia dove disputa una buona stagione che conclude con l’ottavo posto.

Nel 2001 guida per la Benetton anche se ancora sotto contratto con la Williams, stagione che risulta negativa; nella stagione successiva la Benetton viene acquistata da Renault e i risultati migliorano, ma nel 2003 viene sostituito da Fernando Alonso.

Nello stesso anno passa alla Bar con scarsi risultati, meglio nel 2004 per poi tornare ad una stagione difficile nel 2005.

Nel 2006 le azioni Bar sono acquisite da Honda, inizia bene il campionato e con una serie di alti e bassi termina la stagione arrivando sempre tra i primi dieci; nel 2007 a causa di difficoltà della Honda non ottiene buone prestazioni e nel 2008 le cose vanno ancora peggio.

Alla fine la Honda annuncia il clamoroso ritiro dalla F1 e Button rimane senza scuderia.Il 6 marzo 2009 nasce la Brawn gp dove alla guida di una delle monoposto viene confermato button; inizia così la sua scalata al successo che lo porta alla vittoria del Campionato del Mondo.

Il 18 novembre 2009 arriva la notizia ufficiale del suo passaggio alla McLaren; il campionato 2010 inizia nel migliore dei modi, a fine stagione però non riesce ad ottenere i risultati sperati ed infatti la stagione si conclude con la vittoria di Vettel, gli unici suoi successi rimangono quelli ottenuti a inizio campionato.

Il 2011 non inizia nel migliore dei modi per la Mclaren: i test sono deludenti, anche a causa della configurazione degli scarichi (chiamata “octopus”), che rallenta lo sviluppo della vettura. Viene così presa la decisione di presentarsi al primo gp in Australia con scarichi differenti, in stile Red Bull, già utilizzati nel corso della stagione precedente.
La stagione sarà complessa e lunga ma alla fine con molta costanza e precisione nella guida riesce a confermare il suo secondo posto assoluto nel campionato piloti.