daniel ricciardo

Daniel Ricciardo

 

Nato a: Perth (Australia)
Il: 1 luglio 1989
Debutto: 2011 (Gran Bretagna)

Discendente di immigrati italiani provenienti da Ficarra in Provincia di Messina. Dal Gran Premio di Gran Bretagna è pilota titolare alla HRT-Cosworth al posto dell’indiano Narain Karthikeyan.

Ricciardo fa il suo esordio con una vettura di Formula 1 quando partecipa con la Red Bull Racing al test per giovani piloti che si tiene sul Circuito di Jerez dal 1 al 3 dicembre 2009. Il giorno finale fa segnare il tempo migliore, l’unico sotto l’1:18.

Successivamente, Ricciardo (assieme a Hartley) è stato indicato come pilota collaudatore per il team austriaco, nonché per la Scuderia Toro Rosso, per la stagione 2010.

Ricciardo partecipa anche al test per giovani piloti organizzato al termine della stagione 2010, svolto sul Yas Marina Circuit di Abu Dhabi. Al volante di una Red Bull RB6 risulta il più veloce in tutte e quattro le sessioni di test. Nell’ultima ottiene un tempo di un secondo e due decimi più basso di quello della pole, fatta segnare da Sebastian Vettel sullo stesso circuito nel gran premio della settimana precedente. L’exploit si spiega con la migliore gommatura della pista e con la mancanza dei piloncini di gomma che, posti all’interno di talune curve, non consentivano ai piloti del gran premio di affrontare le stesse con più decisione.

Viene nominato pilota di riserva per Toro Rosso e Red Bull per la stagione 2011. Nel 2012 e 2013 è pilota titolare della Scuderia Toro Rosso e dal 2014 affianca Sebastian Vettel nel Team Red Bull Racing F1.

2014 – Nel primo Gran Premio con la scuderia austriaca, in Australia, dopo aver concluso la gara al secondo posto viene squalificato per irregolarità riscontrate nel flusso del carburante. Nel Gran Premio del Canada Ricciardo ottiene la sua prima vittoria iridata, precedendo al traguardo Nico Rosberg e Vettel. Raggiunge nuovamente il successo nel Gran Premio d’Ungheria, dove ottenne la sua seconda vittoria nel Mondiale. La terza affermazione in carriera arriva nel successivo Gran Premio del Belgio.Conclude la stagione al terzo posto in classifica con 238 punti, dietro ai due piloti della Mercedes.

2015 – La stagione non parte bene e nel Gran Premio di casa, il pilota australiano non va oltre il sesto posto. Anche nelle successive gare in Malesia e in Cina, Daniel si deve accontentare del decimo e nono posto. Il Bahrein, all’ultima curva il motore si rompe. Ricciardo però riesce comunque a tagliare il traguardo per pochi metri, al sesto posto. Con il GP di Montecarlo e con il suo quinto posto finisce la serie positiva del pilota australiano.
Infatti nel Gran Premio del Canada giunge al traguardo tredicesimo. Ma il riscatto arriva nel Gran Premio d’Ungheria, dove conquista il terzo posto dopo una gara rocambolesca. Al Gran Premio di Singapore ottiene un secondo posto, il miglior risultato stagionale. Conclude l’annata con un sesto posto nel gran premio di Abu Dhabi, finendo il campionato a 92 punti e occupando l’ottava piazza nella classifica generale.

2016 – Ricciardo apre il 2016 con il quarto posto nel Gran Premio di casa in Australia, risultato che ripeterà in Bahrain e in Cina. In Russia è fuori dalla zona punti, undicesimo. In Spagna, dopo l’auto eliminazione dei due piloti Mercedes nel primo giro, l’australiano si trova in testa, ma una strategia errata e una foratura mentre era in lotta con Sebastian Vettel per la terza posizione lo fa retrocedere al quarto posto. A Montecarlo segna la sua prima pole position in carriera. ma si deve accontentare del secondo posto. Dopo una buona qualifica in Canada, chiusa in quarta posizione, Ricciardo è solo settimo in gara. In Azerbaigian, dopo una grande qualifica, chiusa in prima fila, complice il degrado delle gomme, chiude settimo, molto lontano dalla zona podio. Arriva quinto in Austria, e quarto in Gran Bretagna. Dopo due gare incolori, ritorna sul podio in Ungheria, alle spalle delle due Mercedes di Hamilton e Rosberg. In Germania ottiene un ottimo secondo posto, salendo sul podio. L’australiano consolida così il suo terzo posto in classifica piloti dopo una seconda metà di stagione veramente al top. Chiude ottavo in Brasile, dopo una gara pazza, e quinto ad Abu Dhabi, chiudendo al terzo posto in classifica generale con 256 punti.

Attività agonistica:
2011: Toro Rosso – 0 Punti – 27º
2012: Toro Rosso – 10 Punti – 18º
2013: Toro Rosso – 20 Punti – 14º
2014: Red Bull – 238 Punti – 3º
2015: Red Bull – 92 Punti – 8°
2015: Red Bull – 256 Punti – 3°