2015Gran Premio AustriaPagelle

Le pagelle del GP di Austria

Nico Rosberg: 10

Continuano le prestazioni positive del pilota tedesco, ottimo il suo weekend: durante le qualifiche di ieri ha dimostrato tenacia, così tanta da finire sulla ghiaia per poter strappare la pole. In gara parte alla grande portandosi subito in prima posizione, continua il gran premio gestendo al meglio la sua Mercedes, conclude con una strameritata vittoria. Vuole convincere tutti che non è il secondo pilota di scuderia, ci sta riuscendo alla grande.

Felipe Massa: 9.5

Un’ottima week end di gara per il brasiliano, aumenta volta per volta il suo feeling con la Williams. Questo fine settimana Massa ha cacciato una bella grinta, già dalle qualifiche infatti è riuscito ad essere costante e a chiudere la Q3 con un ottimo quarto tempo. Oggi in gara è stato davvero veloce e reattivo, ha sfruttato l’errore dei meccanici della Ferrari per prendersi la terza posizione. In seguito è stato tallonato dal tedesco della rossa ma non ha sbagliato una virgola e ha portato a casa il suo primo podio stagionale.

Sebastian Vettel: 9

Nelle qualifiche è stato davvero super, riuscendo durante la Q2 ha registrare un buon tempo uscendo dai box a soli 5 minuti dalla fine. Nell’ultima sessione di qualifica ha strappato una terza piazza davvero brillante, piccolo infatti il distacco dalle Mercedes. Oggi purtroppo è stato davvero sfortunato: a causa di un problema di fissaggio alla gomma ha perso ben 13 secondi al pit stop, questo imprevisto ha consentito a Felipe Massa di prendersi la terza posizione. Vettel ha cominciato a correre come un dannato riducendo il gap giro dopo giro, purtroppo non è bastato per riprendersi la posizione. Arriva quarto dopo aver dimostrato di meritarsi la terza posizione.

Lewis Hamilton: 9

Continua il suo “quasi” dominio, quasi perché non è riuscito a portare a casa la vittoria dopo aver conquistato una bella pole position nelle qualifiche. Allo spegnimento dei semafori parte male e si fa “rubare” la prima posizione dal compagno di squadra, inoltre non regge il passo gara di Rosberg e perde terreno fino ad arrivare ad una situazione di stallo che gli consente di terminare in seconda posizione.

Nikolas Hulkenberg: 9

E’ raro trovare un pilota che fronteggi più competizioni automobilistiche, Hulkemberg è uno di questi. Pochi giorni fa è riuscito a vincere la 24 ore di Le Mans e, dopo pochi giorni, ha portato a termine il suo miglior weekend stagionale di F1, niente male: porta a termine le qualifiche in modo eccellente, considerando la sua monoposto, registrando il quinto tempo. In gara parte bene e mantiene un ottimo passo gara, al 25esimo giro alza le mani al sorpasso perfetto di Bottas. Taglia quindi il traguardo in sesta posizione.

Valtteri Bottas: 8.5

Bella la sua costanza, dopo il podio conquistato in Canada è riuscito a svolgere un buon weekend in Austria. Qualifiche buone che conclude con una bella sesta piazza. Durante il GP conduce la gara in maniera precisa, complice anche un ottimo passo gara, riesce a prendersi la quinta posizione, conquista così ulteriori punti preziosi per la sua scuderia.

Pastor Maldonado: 8

Ci ha abituato ai suoi colpi di scena (incidenti, testa coda….), in questo ultimo periodo però Pastor si sta dimostrando più professionale o meglio, più competitivo. Qualifiche tiepide per lui che conclude con il decimo tempo. In gara tira fuori gli artigli (questa volta non pericolosi) e riesce a fare anche dei bei sorpassi. Arriva in settima posizione, a punti per la seconda volta consecutiva.

Red Bull: 5

Ben 10 posizioni di penalità sulla griglia per entrambi i piloti, questi ultimi cercano di reagire e di condurre una gara un po’ fuori dagli schemi. Non riescono nell’intento e conquistano un solo punto grazie alla decima posizione di Ricciardo.

Kimi Raikkonen: 4

E’ ora che Iceman si cominci a sciogliere un po’. Continuano i suoi errori: durante la Q2 era convito di avere ancora un giro a disposizione, convinzione che lo ha portato all’esclusione. Parte dalla 14esima piazza e al’uscita della curva 2 è co-protagonista di un brutto incidente insieme a Fernando Alonso. Tolto questo “imprevisto” è chiaro che Kimi deve davvero impegnarsi per rimanere a bordo della rossa anche nella prossima stagione.

McLaren: 2

Quinto cambio di motore per entrambi i piloti, ergo, partenza dall’ultima fila. Alonso fa un incidente dopo sole due curve, button continua la gara ma….. è costretto al ritiro, ANCORA.

Topics
Pubblicità

Salvatore Merone

Studente di Economia Aziendale, con una passione spropositata per il mondo delle autovetture. Mi ritengo una persona molto precisa e adoro scrivere articoli riguardanti il mondo Automotive e Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close