2019Analisi della redazioneFormula 1Gran Premio UngheriaPagelle

GP Ungheria 2019, le pagelle dall’Hungaroring

Gara perfetta di Lewis Hamilton e del muretto box Mercedes. Resta inaccettabile la situazione della Renault

LEWIS HAMILTON – 10

Al sabato sembrata solo la versione annebbiata del Lewis che conosciamo, alla domenica torna ad essere The Hammer. 20 giri da qualifica gli hanno permesso di passare Max Verstappen, anche grazie alla strategia del team impeccabile (anche qui voto 10). Ma senza il manico di Lewis certe magie non riescono. ISPIRATO.

MAX VERSTAPPEN – 10

Il 100esimo uomo a partire in pole nella storia della Formula 1 ha sfiorato l’impresa di tenere dietro Hamilton in gara, concludendo secondo. Max è ormai un rullo compressore, tanto da aver quasi sorpassato Bottas in classifica generale. L’OLANDESE VOLANTE.

SEBASTIAN VETTEL – 7.5

Bene il podio, ottenuto dopo un pit stop infinito, l’ennesimo, che gli è costato più di qualche secondo. Male il distacco, ma non è certo colpa sua. SOLIDO.

CARLOS SAINZ – 9

Impossibile chiedere di più a Sainz, che in gara riesce a mettersi dietro la Red Bull di Gasly. Carlos risponde agli estimatori di Lando Norris, domenica fuori dalla zona punti, dimostrando di esserci anche lui. TENACE.

KIMI RAIKKONEN – 8

Continua a stare nella top ten e non lo smuovi da lì. Una bella seconda, forse terza, giovinezza per un pilota che non smette di stupire. Con i suoi punti tiene a galla l’Alfa Romeo. Bravo. INFINITO.

GEORGE RUSSELL – 8

Sfiora il Q2 in qualifica e finisce davanti a Stroll in gara. Date una macchina vera a questo ragazzo. PROMETTENTE.

PIERRE GASLY – 4

Imbarazzante. Horner e Marko lo confermano fino a fine stagione, ma solo a parole. Il confronto con Verstappen è sempre più impietoso. La pausa servirà a ricaricarlo? FUORI FASE.

VALTTERI BOTTAS – 5

Bravo a tenere dietro Lewis in qualifica, pasticcione al via. Rompe un’ala, si costringe a una rimonta impossibile e arriva a malapena a punti. L’ombra di Ocon è sempre più minacciosa. IN OMBRA.

RENAULT – 2

Una Casa del valore della Renault non può permettersi di vivacchiare così nella massima serie. INACCETTABILE.

CHARLES LECLERC – 7, LANDO NORRIS – 6.5, ALEXANDER ALBON – 7, SERGIO PEREZ-6, NIKO HULKENBERG – 4, KEVIN MAGNUSSEN – 4, DANIEL RICCIARDO – 4, DANIIL KVYAT – 5, LANCE STROLL – 4, ANTONIO GIOVINAZZI – 5, ROBERT KUBICA – 4, ROMAIN GROSJEAN – 4

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close