Formula 1Gran Premio Ungheria

GP Ungheria 2015: la Ferrari vince tra gli errori degli avversari

Quella che per tradizione è una delle gare più soporifere del Mondiale, a grande sorpresa, offre uno spettacolo del quale non si godeva da tempo. Dopo la vittoria in Malesia, alla seconda gara della stagione, Sebastian Vettel e la Ferrari tornano sul gradino più alto del podio in occasione del decimo appuntamento stagionale del Mondiale. È stata una gara strana costellata da errori e penalizzazioni ma non per il pilota della Ferrari, autore di uno scatto fulmineo allo start che gli ha permesso di prendere la testa della corsa fin dall’inizio. Una vittoria sofferta che fino a un certo punto della corsa poteva anche essere una doppietta se non fosse stato per il ritiro di Kimi Raikkonen, in quel momento secondo, ritirato per problemi tecnici.

Sul podio con Vettel sono salite le due Red Bull con Daniil Kvyat, secondo, che è riuscito a stare davanti al suo compagno di box, Daniel Ricciardo, terzo. Una gara positiva quindi per il team di Milton Keynes che dopo una stagione di affanni si trova finalmente ad affrontare la prima e vera gioia dell’anno. Quarto posto per il giovanissimo Max Verstappen con la sua Toro Rosso che è riuscito a mettere le ruote della STR10 davanti a quelle di Fernando Alonso, quinto, con indubbiamente la miglior McLaren della stagione. Il pilota spagnolo, partito dalla 16esima posizione, è stato autore di una gara senza errori e fin dallo start ha macinato un sorpasso dietro l’altro a dimostrazione di come, forse a Woking, si sia veramente trovato il bandolo della matassa confermato anche dal nono posto di Jenson Button.

Male le Mercedes. Dopo aver dominato fin dalle prove libere del venerdì, il campione del mondo in carica, Lewis Hamilton, ha chiuso al sesto posto, meglio del suo compagno di squadra, Nico Rosberg, ottavo, dopo una gara costellata di errori. L’inglese, dopo essere stato superato al via da entrambe le Ferrari, è stato autore di una gara abbastanza incolore che ha portato alla luce quello che è ancora un suo limite, tenere la mente fredda anche quando le cose non vanno come ci si aspetti. Niente da fare nemmeno per Nico Rosberg che, dopo l’entrata della safety car per il distaccamento dell’alettone anteriore sulla Force India di Hulkenberg, dopo essere stato secondo fino a tre giri dalla conclusione è dovuto entrare ai box a causa di una foratura avvenuta in occasione di un contatto con la Red Bull di Ricciardo.

Settimo posto per Romain Grosjean sulla Lotus mentre chiudono la top ten la McLaren di Jenson Button, nono, e la Sauber di Marcus Ericsson, decimo.

GP Ungheria 2015

Pos. Naz. Pilota Team Distacco
1. GER S.Vettel Ferrari Ferrari 1:46:09.985
2. RUS D.Kvyat Red Bull Renault +15.748
3. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault +25.084
4. NET M.Verstappen Toro Rosso Renault +44.251
5. SPA F.Alonso McLaren Honda +49.079
6. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes +52.025
7. FRA R.Grosjean Lotus Mercedes +58.578
8. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes +58.876
9. GBR J.Button McLaren Honda +67.028
10. SWE M.Ericsson Sauber Ferrari +69.130
11. BRA F.Nasr Sauber Ferrari +73.458
12. BRA F.Massa Williams Mercedes +74.278
13. FIN V.Bottas Williams Mercedes +80.228
14. VEN P.Maldonado Lotus Mercedes +85.142
15. SPA R.Merhi Marussia Ferrari +2 Giri
16. GBR W.Stevens Marussia Ferrari +4 Giri
-. SPA C.Sainz Jr Toro Rosso Renault Ritirato
-. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari Ritirato
-. MEX S.Perez Force India Mercedes Ritirato
-. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes Crashed Out

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close