DichiarazioniFormula 1Gran Premio Turchia

GP Turchia, Hamilton diventa 7 volte campione del mondo

Il britannico della Mercedes eguaglia i titoli di Michael Schumacher vincendo una gara imprevedibile e al cardiopalma all’Istanbul Park

Lewis Hamilton diventa 7 volte campione del mondo. Nonostante una gara frenetica che lo ha messo a dura prova, è riuscito a rimontare lungo tutta la griglia e a vincere

Il britannico continua a scrivere la storia nonostante le difficoltà riscontrate in questo weekend caratterizzato dalla pioggia e dall’asfalto notevolmente scivoloso. Oggi Lewis Hamilton non si proclama soltanto 7 volte campione del mondo, ma denota il suo essere un grandissimo pilota, capace di vincere nel giorno in cui non è il più veloce, il più forte e la vettura non è performante al 100% come sempre. Emozionato e commosso, dichiara: “Grazie. Sono davvero senza parole, ma in primis voglio ringraziare ed esprimere la mia gratitudine. Grazie a tutte le persone che erano qui, ai ragazzi che lavorano nelle nostre fabbriche e che mi hanno dato l’opportunità di far parte del loro team. Non avrei mai ottenuto tutti questi successi senza di loro”

La nostra vettura è stata monumentale e sono davvero fiero di ciò che sono insieme a questa splendida squadra. Devo ringraziare il team e coloro che sono è rimasti al mio fianco tutti questi anni. Un enorme grazie va alla mia famiglia che ha permesso tutto questo con i suoi sacrifici. Da ragazzo sogni questi momenti quando guardi i Gran Premi, ma quando raggiungi tali obiettivi ti rendi conto che ciò supera tutte le tue aspettative. Spero di poter essere d’ispirazione a tutti i bambini che magari mi stanno guardando. Se vuoi raggiungere un qualsiasi risultato devi essere in grado di sognare l’impossibile e inseguirlo senza mai mollare e non mettere mai in dubbio le tue capacità. E’ un onore per me essere 7 volte campione del mondo” dichiara Hamilton.

IL BRITANNICO NON SI DA PER VINTO E CONTINUA A LOTTARE

La prestazione odierna di Hamilton è una di quelle di cui Michael Schumacher e tutti i grandi i piloti che hanno fatto la storia della Formula 1 andrebbero fieri. “Grazie davvero. Eravamo consapevoli che arrivando qui il weekend non sarebbe stato roseo ed eravamo molto delusi per questo, soprattutto dopo la qualifica. Abbiamo fatto l’impossibile ma abbiamo imparato tanto, questo è ciò che facciamo sempre davanti a ogni situazione. Non facciamo a scaricabarile, non ci incolpiamo a vicenda. Semplicemente ci rimbocchiamo le maniche e cerchiamo di migliorare in modo da poter progredire. Non si può fare sempre tutto alla perfezione, oggi ero molto preoccupato per via delle mescole afferma Hamilton.

LA RIMONTA E LA PERCEZIONE DELLA VITTORIA

“Per un bel po’ sono rimasto dietro Seb, non riuscivo a superarlo. Poi ho visto Albon che prendeva un bel distacco e ho pensato di aver perso la gara. Successivamente ho messo via i cattivi pensieri, ho continuato a lottare, ho ripreso il ritmo, guadagnando decimi a ogni giro e la gara si è riaperta. Ho notato che Seb si stesse staccando da me, non ricordo il momento esatto in cui ciò è accaduto. Ho controllato le temperature, per capire se i miei pneumatici fossero surriscaldati o freddi, ma se non sbaglio sono andato in un punto asciutto e ho trovato graining, le mescole si sono messe apposto e ho quindi trovato il ritmo così conclude il 7 volte campione del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.