Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, qualifiche: Hamilton firma la pole n. 92

Dominio incontrastato del 6 volte iridato, che relega Bottas al secondo posto. Delusione Verstappen, che si piazza terzo ma a ben 7 decimi dalle W11! Nono Leclerc

Non è mai stata in dubbio la supremazia del pilota inglese, leader in ogni sezione della qualifica, dalla Q1 alla Q3

L’unica minaccia, per Hamilton, è giunta dal compagno Valtteri Bottas, che ha messo insieme un giro convincente durante il suo ultimo tentativo, che l’ha portato a fermarsi a soli 59 millesimi dal britannico. Per il 6 volte iridato, dunque, continua la fuga solitaria nel primato per numero di pole position: questa è la sua numero 92, un dato stupefacente, se consideriamo che il secondo di tutti i tempi, Michael Schumacher, ne conta 68. Terza piazzola di partenza per Max Verstappen, che sperava nel caldo quale alleato per la sua RB16 e invece deve accontentarsi di accusare uno svantaggio dalle W11 maggiore rispetto alle aspettative: ben 7 decimi

Buona prestazione anche per le Racing Point, che vedono Sergio Perez 4° e Lance Stroll 5°, con ritardi da Hamilton sull’ordine del secondo. Alex Albon termina 6°, Sainz la spunta finalmente su Norris e si piazza settimo nel GP di casa, mentre chiudono la top 10 Charles Leclerc, 9°, e Pierre Gasly. Ci si aspettava forse di più dal monegasco, che però via radio, nel giro di lancio prima dell’ultimo flying lap, ha detto di lamentare un comportamento strano della sua power unit.

COSÌ LA Q2

Solo 11° Sebastian Vettel, eliminato in Q2 per l’ennesima volta e con il rammarico di avere mancato l’ingresso nell’ultima tagliola per soli 2 millesimi da Norris. Per il tedesco un giro di qualifica tutt’altro che sensazionale, complice una monoposto che sembra non permettergli di portare abbastanza velocità a centro curva, e pure in fase di accelerazione la SF1000 di Seb è ben lontana dal restituire al pilota il feeling ideale.  Ma la seconda sezione riserva altri eliminati illustri: a parte l’AlphaTauri di Kvyat, 12°, colpisce la scarsa velocità delle due Renault. La casa della Losanga ha visto Daniel Ricciardo solo 13° ed Esteban Ocon addirittura 15°, più lento pure dell’Alfa Romeo di Raikkonen, che alla fine ottiene un dignitoso 14° crono. 

COSÌ LA Q1

Prima tagliola di eliminazione dominata da Hamilton, che precede Perez, Verstappen e Bottas. Vengono eliminate le due Haas, con Magnussen 16° seguito da Grosjean, e le due Williams: 18° Russell e 19° il rookie Latifi. Eliminazione anche per il nostro Antonio Giovinazzi, che si ritrova in fondo al gruppo in 20esima posizione. Va meglio al suo compagno di squadra Raikkonen, in grado di strappare l’ingresso in Q2 con il 15° tempo, a solo mezzo secondo dalla Racing Point di Perez.

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:15.584 15
2 77 Finland Valtteri Bottas Germany Mercedes 01:15.643 15
3 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:16.292 15
4 11 Mexico Sergio Pérez United Kingdom Racing Point 01:16.482 15
5 18 Canada Lance Stroll United Kingdom Racing Point 01:16.589 15
6 23 United Kingdom Alexander Albon Austria Red Bull 01:17.029 18
7 55 Spain Carlos Sainz Jr United Kingdom McLaren 01:17.044 17
8 4 United Kingdom Lando Norris United Kingdom McLaren 01:17.084 18
9 16 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 01:17.087 18
10 10 France Pierre Gasly Italy Alpha Tauri 01:17.136 18
11 5 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 01:17.168 12
12 26 Russian Federation Daniil Kvyat Italy Alpha Tauri 01:17.192 12
13 3 Australia Daniel Ricciardo France Renault 01:17.198 12
14 7 Finland Kimi Raikkonen Switzerland Alfa Romeo Racing 01:17.386 12
15 31 France Esteban Ocon France Renault 01:17.567 12
16 20 Denmark Kevin Magnussen United States Haas 01:17.908 6
17 8 France Romain Grosjean United States Haas 01:18.089 6
18 63 United Kingdom George Russell United Kingdom Williams 01:18.099 9
19 6 Canada Nicholas Latifi United Kingdom Williams 01:18.532 9
20 99 Italy Antonio Giovinazzi Switzerland Alfa Romeo Racing 01:18.697 6

Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button