Formula 1Gran Premio Sakhir
Trending

GP Sakhir: vince Perez, secondo Ocon, terzo Stroll

Un podio che si colora di rosa con entrambi i due piloti Racing Point: tra i due, spicca Renault. Enorme peccato per Russell che è stato costretto a rinunciare all’ultimo

Sergio Perez ha vinto la sua prima gara in carriera; dietro di lui, la Renault di Ocon e l’altra Racing Point guidata da Stroll

Se George Russell stamattina sperava solo di mantenere la seconda posizione al via, ciò che è riuscito a fare poi va oltre la sua immaginazione. Il giovane pilota inglese, sostituto di Lewis Hamilton, in isolamento per positività al Covid-19, nonostante le preoccupazioni legate al guidare una macchina differente dal solito, ha gestito benissimo le difficoltà del momento, strappando dalle mani di prepotenza la leadership al poleman Valtteri Bottas. Un perfetto inizio per George, che di certo ha fatto la sua bellissima figura sulla W11.
Un GP di Sakhir in cui vince Perez, davanti a Ocon e Stroll.

Ma non è stato tutto perfetto oggi per le Frecce d’Argento. A 3/4 di gara, il box dei campioni del mondo è stato in preda alla totale confusione. Durante un doppio pit con entrambi i piloti in regime di Safety Car, i meccanici hanno infatti montato uno pneumatico della vettura di Bottas sulla monoposto di Russell, ritardando così anche il cambio gomme del finlandese subito dietro. Questo ha comportato la perdita di qualche posizione in griglia per le due Mercedes, che però hanno subito recuperato, soprattutto con il giovane Russell che in un solo giro ha passato Bottas e Perez davanti a lui. Purtroppo le sventure non sono finite qui e il giovane inglese, a soli 7 giri dal termine, ha accusato una foratura che lo ha costretto al quarto pit della gara, finendo così in fondo al gruppo. Per lui, la nona posizione. 

BUONA MCLAREN; RACING POINT E RENAULT VOLANO

Carlos Sainz e Lando Norris, classificatisi rispettivamente quarto e decimo, hanno condotto una buona gara, finendo quasi davanti alla Mercedes di Bottas, ottavo, e quella di Russell, ma non certo per demerito di quest’ultimo.
Sergio Perez e Lance Stroll sono saliti entrambi sul podio con grande audacia, festeggiando così la prima vittoria in carriera del messicano. Una grande gara, meritata per loro, che quest’anno sono stati entrambi autori di notevoli prodezze. Ottima performance anche quella di Daniel Ricciardo che si è piazzato quinto.

DOPPIO PASTICCIO AL VIA: SUBITO FUORI LECLERC E VERSTAPPEN

Un fulmineo Max Verstappen allo spegnimento dei semafori ha subito tentato il colpaccio mettendosi tra Valtteri Bottas, sceso in seconda posizione, e Sergio Perez, partito quinto, ma passato davanti sia a lui che al ferrarista Charles Leclerc, che era scattato dalla quarta piazzola. Il monegasco, nel tentativo di recuperare la sua posizione sulla Racing Point, ha impattato contro il posteriore della vettura rosa spostatasi all’interno, uscendo così di pista e raggiungendo l’olandese, già contro le barriere per essere andato lungo. Pronti, partenza, via e Safety Car.
La Red Bull di Alex Albon ha terminato il GP in sesta posizione e la Ferrari di Sebastian Vettel dodicesima

GP SAKHIR: VINCE PEREZ; SEGUONO OCON E STROLL. WILLIAMS, HAAS, SOSTITUTI E IL RESTO DEL GRUPPO

Haas con Pietro Fittipaldi e Williams con Jack Aitken hanno ottenuto rispettivamente la penultima e la terzultima posizione. Il giovane sostituto di Russell su Williams è stato anche autore di un errore durante il GP.
Nicholas Latifi non ha invece terminato la gara, finendo fuori al 54esimo giro. Le due Alfa Romeo si sono invece posizionate tredicesima e quattordicesima con Giovinazzi e Raikkonen. Gran settimo posto per Kvyat con AlphaTauri; Gasly undicesimo.

Qui la classifica integrale: 
PEREZ
OCON
STROLL
SAINZ
RICCIARDO
ALBON
KVYAT
BOTTAS
RUSSELL
NORRIS
GASLY
VETTEL
GIOVINAZZI
RAIKKONEN
MAGNUSSEN
AITKEN
FITTIPALDI
LATIFI

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.